Festa della Liberazione: Martin Schulz alla Spezia Tutto il programma

Anche quest’anno le celebrazioni per la Festa della Liberazione  prevedono un ricco programma di appuntamenti organizzati dal Comune della Spezia, dalla Prefettura, dalla Provincia con il Comitato Provinciale Unitario

Le iniziative di quest’ anno sono incentrate sul tema “ruolo e partecipazione del mondo del lavoro nella guerra 1943/1945: guerra di Liberazione” e vedranno come ospite d’onore nella nostra città il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz che ha  risposto positivamente all’invito della Spezia su iniziativa del Comitato Unitario della Resistenza OTO Melara e del Comitato Unitario Provinciale della Resistenza, in collaborazione con il Comune della Spezia

Il programma

Giovedì 24  aprile 

ore 9.45 piazza Verdi

Deposizione corona alla lapide posta nel Palazzo degli Studi

Ore 10,30 Viale Mazzini

Deposizione Corona al Monumento alla Resistenza

Seguiranno i saluti del Sindaco della Spezia Massimo Federici e del presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz

Ore 11 –  Manifestazione presso la società OTO alla presenza del presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz

Ore 16,30 – Conferenza al Circolo Ufficiali Vittorio Veneto, in collaborazione con il Comitato Provinciale della Resistenza “La Marina Militare e la Resistenza”

L’incontro si aprirà con i saluti di Paolo Galantini co-Presidente Comitato Unitario.

A seguire gli interventi degli ammiragli Pio Forlani e Pasquale Romano

Ore 21 –  Largo Marcantone, partenza Fiaccolata. La prima tappa del percorso sarà in Piazza Concordia dove sarà deposta una corona al cippo in ricordo Caduti della guerra di Liberazione 1943-1945. Seconda tappa al Parco XXV aprile con la deposizione al monumento “Fischia il Vento”. A seguire i saluti del Sindaco della Spezia Massimo Federici, di Marino Fiasella, Commissario straordinario Provinciale, e di Giorgio Pagano co-Presidente Comitato Unitario. Seguiranno gli interventi di Federico Figura, vice presidente della consulta studentesca; e Nadia Maggiani segretaria Provinciale UIL per i Sindacati CGIL –CISL-UIL

Venerdì 25 aprile

Ore 9,30 Piazzale del Marinaio

Deposizione corona

A seguire sul retro di Palazzo Civico verrà deposta una corona sotto la lapide della colonna GL.

Si ricorda inoltre che dal 14 al 30 aprile nell’atrio del Palazzo del Governo è visitabile la mostra “Pietro Mario Beghi, Prefetto della Liberazione

Martin Schulz (Hehlrath20 dicembre 1955) è un politico tedesco.

Schulz è stato presidente del gruppo parlamentare dell’Alleanza Progressista deiSocialisti e dei Democratici presso il Parlamento europeo e il 17 gennaio 2012 è stato eletto presidente del Parlamento europeo.

Carriera politica

La carriera politica di Schulz si è svolta interamente all’interno del Partito Socialdemocratico Tedesco, a cui si iscrisse a diciannove anni nel 1974.Fu attivo all’interno della Jusos, l’organizzazione giovanile del partito, presiedendone la sezione di Würselen e poi la sezione del circondario di Aquisgrana. Fu consigliere comunale di Würselen, cittadina di quasi quarantamila abitanti nella RenaniaSettentrionale-Vestfalia, dal 1984 al 1999 e ne fu sindaco dal 1987 al 1998. All’epoca della nomina, con i suoi trentun anni, era il sindaco più giovane del Land. Nel 1984 entrò a far parte del direttivo dell’SPD del circondario di Aquisgrana, di cui fu eletto presidente nel 1996.

Nel 1991 Schulz fu nominato membro del consiglio nazionale del partito, di cui fece parte ininterrottamente sino al 1999. Nel dicembre 1999 entrò nell’ufficio di presidenza e nel direttivo federale dell’SPD.

La svolta politica più importante nella carriera di Schulz arrivò nel 1994, quando venne eletto per la prima volta deputato al Parlamento europeo. Fu coordinatore del gruppo PSE nella sottocommissione per i diritti dell’uomo (1994 – 1996) e nella commissione per le libertà civili e gli affari interni (1996 – 2000). Alle elezioni europee del 1999 fu capolista della SPD.

Presidente del gruppo socialista al Parlamento europeo, 2004-2012Dal 2000 al 2004 fu presidente della delegazione dei socialdemocratici tedeschi al Parlamento europeo; in aggiunta a questa carica, dal 2002 fu primo vicepresidente dell’intero gruppo parlamentare socialista al Parlamento europeo. Infine, dal maggio 2004, ne divenne presidente. Ha presieduto il gruppo fino alla sua elezione alla presidenza del Parlamento nel gennaio 2012. Nel 2009 fu nominato anche responsabile della SPD per la relazioni a livello europeo. Risultò tra gli europarlamentari meno presenti della Legislatura europea 2004-2009.

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.