Francesca Angelicchio, il turismo che pasticcio!

Questa mattina è stata presentata in Comune l’iniziativa Parchi in Piazza. Viaggio tra i saperi e i sapori dei parchi di mare e d’Appennino. Presenti  il sindaco Massimo Federici, l’assessore con delega alla promozione della città e al turismo Francesca Angelicchio, il presidente del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco emiliano Fausto Giovannelli, il presidente del Parco Nazionale delle Cinque Terre Vittorio Alessandro, il sindaco di Fivizzano Paolo Grasso, rappresentanti delle varie associazioni di categoria spezzini.

Dal 2 al 4 maggio, quindi, La Spezia ospiterà questo evento  Parchi in Piazza. Viaggio tra i saperi e i sapori dei parchi di mare e d’Appennino, volto alla promozione, “un’iniziativa”, come spiega l’assessore Francesca Angelicchio, “che rende concreto il pensiero da cui è nato il nostro brand: la Spezia quale città al centro, nel cuore, di un’area vasta di grandissima bellezza, che comprende il Golfo, i Parchi di Mare e d’Appennino. La Spezia diventerà, dunque, una grande piazza in cui verranno ospitati i produttori del Golfo, delle Cinque Terre, dell’Appennino, della Lunigiana per un’iniziativa di tre giorni molto densi di eventi diversi”.

Piazza del Bastione ospiterà il PalaLupo del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco emiliano, si esibirà il gruppo storico degli sbandieratori di Fivizzano, per gli amanti del bike sarà possibile provare le biciclette a pedalata assistita del Parco nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano e ci saranno i produttori di specialità eno-gastronomiche dei territori coinvolti.

Questa però NON è promozione del nostro territorio, questo è un evento (ben venga) che sicuramente animerà la città ma che principalmente coinvolgerà gli spezzini, che già sono a conoscenza dei meravigliosi luoghi che li circondano.

I nostri amministratori devono mettersi in testa di andare a promuovere il nostro territorio FUORI, affinchè potenziali visitatori possano essere informati sulle opportunità della città. Per esempio le fiere di settore come Children’s Tour di Modena, salone delle vacanze per famiglie che anche quest’anno ha registrato 34.000 visitatori in 3 giorni e dove località turistiche, villaggi, alberghi e strutture ricettive, parchi tematici, camp sportivi e centri per le vacanze studio, fattorie didattiche e percorsi naturalistici presentavano le loro proposte e offerte. La provincia di Massa Carrara e il Parco Appennino Tosco emiliano, per esempio, erano presenti con i loro stand, La Spezia ovviamente NO.

Su questo deve lavorare l’assessore Francesca Angelicchio con delega al turismo e alla promozione della città, su come promuovere il nostro territorio fuori, affinchè i turisti possano venire alla Spezia, fermarsi e vivere la città, che è effettivamente un ottimo punto di partenza per visitare e scoprire dei dintorni meravigliosi, sia per gli amanti del mare che per quelli della montagna. E magari non guasterebbe chiudere qualche cantiere prima di aprirne di nuovi e riparare qualche buca  per evitare che i turisti facciano il Laspezia-buca-tour, nonchè risolvere il non banale problema dei cumuli di spazzatura che ormai sono diventati il vero simbolo della città, per la gioia dei sempre più numerosi topi e gabbiani che banchettano felicemente ovunque. #mycassonetto

[vsw id=”3W5ubHCXQqk” source=”youtube” width=”425″ height=”344″ autoplay=”no”]

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.