“Cascata di acqua e sapone” in Vicolo Borzonasca

Riceviamo la seguente segnalazione da parte di un lettore particolarmente attento e sensibile che circa un’ora fa, mentre rientrava a casa dal lavoro ha notato, all’uscita della galleria che immette in Via Genova, una vera e propria “cascata di acqua e sapone” che stava invadendo marciapiede e strada.

Ecco un bell’esempio di inquinamento in proprio. Non servono né ENEL, né una lavanderia fuori norma… Basta una manichetta lunghissima,qualche chilogrammo di sapone, un rubinetto allacciato alle rete idrica… e il gioco è fatto. Si possono rendere scivolosi e pericolosi sia un bel tratto di marciapiede che la strada adiacente lo stesso. Ancor più grave se quella strada è la variante Aurelia proprio all’uscita della galleria che immette in Via Genova nei pressi di Caran. Pensate che qualcuno si sia fermato per far cessare lo schiumoso evento? Assolutamente no. Tranne il solito “cittadino disinformato e rompiscatole” che, perdendo più di mezz’ora del suo tempo, ha avvisato le autorità cittadine che hanno provveduto ad inviare sul posto un’auto dei vigili urbani. Civiltà è anche perdere qualche minuto del proprio prezioso tempo per evitare che qualche incivile  inquini un intero quartiere con la sua stupidità.

Il nostro lettore ha temuto che l’evento schiumoso potesse essere causato da qualche incidente domestico, magari un malore di qualche casalinga impegnata col bucato, invece erano solo due “solerti” lavoranti che volevano pulire casa da cima a fondo. I vigili urbani, dopo aver lasciato andare a casa il lettore, hanno assicurato “sanzioni” per le due inquinatrici.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.