Intervento multiplo per espianto di organi all’Ospedale Sant’Andrea

In data  6 aprile 2014, alle ore 11, è iniziata l’osservazione per l’accertamento della morte encefalica del paziente V. L. di 47 anni, ricoverato in Terapia Intensiva per grave ictus cerebrale insorto in pieno benessere. La commissione formata, come da normativa dal neurologo  dottor Domenico Zito, Medico legale, il Direttore Medico del Presidio Ospedaliero dottoressa  Decia Carlucci,  e il medico rianimatore dottoressa Cinzia Sani, ha concluso l’accertamento alle ore 17.

Ricevuto il consenso alla donazione di organi da parte dei famigliari, si è iniziata la procedura di contatto con i centri di riferimento regionale e nazionale per la ricerca di riceventi compatibili. Alle ore 23.00 le varie equipe chirurgiche provenienti dal Nord Italia hanno iniziato l”intervento di prelievo degli organi che si è prolungato  per tutta la notte.
Sono stati prelevati il Cuore (Equipe cardiochirurgica Ospedale Niguarda di Milano) inviato a Milano: Emergenza Nazionale per il ricevente; Fegato e Pancreas (équipe chirurgia Trapianti Ospedale Niguarda Milano); 1 rene a Genova, 1 rene  aBrescia (Equipe Centro Trapianti S. Martino); Cornee (Oculistica Spezia).
L’équipe rianimatoria, che ha gestito l’iter di preparazione, contatti e fase chirurgica del prelievo, era composta dalla  dottoressa Consuelo Amodeo – coordinatore locale per i Trapianti ASL 5,  e dalla dottoresse Sabrina Nappi e Cinzia Sani.

Il Direttore Medico del Presidio Ospedaliero Decia Carlucci, il Direttore della Struttura Complessa Anestesia-Rianimazione Cinzia Sani e il suo staff ringraziano la famiglia, per l’esempio di compostezza ed affiatamento in un momento di grande dolore, e per l’atto di generosità ed altruismo compiuto.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.