Spezia, tanta fatica per un pareggio interno

Spezia-Padova-2-2

 

SPEZIA (4-3-1-2): Leali 6; Baldanzeddu 5 (32’st Orsic 6), Daktovic 6,5, Magnusson 5,5, Migliore 6; Seymour 7, Sammarco 6 (35’ Gentsoglou sv), Schiattarella 6; Bellomo 5,5; Giannetti 6, Ferrari 5,5 (1’st Ebagua 6). (Valentini, Ashong, Culina, Ceccaroni, Carrozza, Catellani). All.: Mangia.

 

PADOVA (4-4-2): Mazzoni 6,5; Santacroce 6 (23’st Pasa sv), Kelic 6, Benedetti 6, Almici 6; Improta 6, Iori 6, Moretti 6,5 (20’st Osuji 6), Pasquato 6 (13’st La Camera 6); Rocchi 6,5, Melchiorri 5,5. (Nocchi, Vantaggiato, Jelenic, Carini, Diakite, Bonaiuto). All.: Serena.

 

 

ARBITRO: Nasca di Bari 6.

 

MARCATORI: 14’ Rocchi (P); 40’ Moretti (P); 3’st Giannetti (S); 44’ Ebagua (S);

 

NOTE: Spettatori 6000 circa di cui 1459 paganti (4300 abbonati). Terreno in perfette condizioni. Giornata primaverile, cielo nuvoloso. Ammoniti: Moretti, Giannetti, Ferrari, Baldanzeddu, Melchiorri, La Camera, Seymour, Schiattarella. Angoli: 1 a 2. Recupero: 1’; 4’.

 

             Finisce pari e patta ma quanta fatica per lo Spezia di mister Mangia che regala un tempo al Padova dell’ex mister aquilotto Serena. La gara è tutta qui, Padova che rimpiange il doppio vantaggio e aquilotti che concedono troppo nel primo tempo, compromettendo il risultato finale. Il Picco continua a essere difficile da espugnare per la formazione bianca. Al 4’ la prima palla gol è dei padroni di casa con Seymour che serve a sinistra lo smarcato Giannetti ma il tiro è a lato. I veneti alla prima discesa verso la porta difesa da Leali passano in vantaggio: Magnusson manda la sfera di testa dietro in area di rigore dove Rocchi è bravo a infilarsi nella traiettoria e ad anticipare Leali per l’uno a zero. Spezia adesso imbambolato e Padova che è galvanizzato dal vantaggio. Al 29’ Schiattarella da buona posizione calcia verso la porta difesa da Mazzoni ma il tiro è a lato. Al 36’ Bellomo ci prova da distante mandando la sfera tra le braccia di Mazzoni. Al 40’ ecco il raddoppio ospite: l’ex Moretti corre verso l’area, raccoglie la palla partita da una punizione e con un insidioso pallonetto trafigge Leali: doppio vantaggio del Padova che fa arrabbiare i tifosi di casa. C’è tempo per vedere la traversa di Pasquato con Leali bravo a neutralizzare la conclusione sottoporta di Rocchi.

La ripresa inizia con Ebagua in campo al posto di uno spento Ferrari, gli aquilotti sembrano partire meglio rispetto alla prima frazione di gioco. Al 3’ infatti ecco accorciare le distanze Giannetti che di testa è bravo a sfruttare uno dei pochi cross ficcanti del laterale Baldanzeddu, imbeccato da un onnipresente Seymour. Adesso lo Spezia ci crede davvero nella rimonta. L’ex mister Serena rinforza centrocampo e difesa per arginare gli attacchi liguri ma di grandi occasioni non se ne contano tante. Si arriva così al 31’ quando Rocchi sbaglia tutto da buona posizione, su un errato disimpegno della difesa bianca. Al 44’ ecco il pareggio di casa: Ebagua raccoglie un assist del neo entrato Orsic dalla destra, ritorno al gol per il bomber aquilotto. Ci sarebbe tempo anche per la beffa aquilotta: durante il recupero al 47’ Magnusson ci prova dalla distanza trovando Mazzoni pronti alla deviazione in angolo. Al 48’ è Migliore a tirare a botta sicura in area sottoporta ma Mazzoni anche con un pizzico di fortuna riesce a salvare la sua porta. E’ pareggio, almeno oggi il Picco è inviolato ma quanta fatica per strappare un punto sul proprio campo!

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.