Giulio Guerri: il Comune dica cos’ha intenzione di fare in Scalinata San Giorgio

Con una nuova interpellanza il consigliere comunale Giulio Guerri chiede al Comune di spiegare apertamente le proprie intenzioni in merito ai destini che ha in serbo per scalinata San Giorgio, la scalinata storica su cui, nel settembre scorso, la Giunta aveva stabilito di stornare una somma cospicua del finanziamento inizialmente riservato alla Scalinata Cernaia nell’ambito del programma POR-FESR.
Guerri richiama una interrogazione a risposta scritta che aveva presentato al Sindaco non appena reso noto l’intento del Comune di attuare questa modifica ai propri piani di intervento. L’interrogazione, dopo sette mesi è rimasta senza risposta, e, al tempo stesso, nulla si è potuto sapere in merito agli aspetti su cui vertevano i quesiti. Nell’occasione, infatti, Guerri aveva richiesto di poter sapere se fosse legittimo che denaro già stanziato in ambito POR-FESR per un intervento (scalinata Cernaia) venisse spostato su altro intervento, peraltro non incluso fra gli stessi interventi POR-FESR; quale tipo di intervento si intendesse fare in scalinata San Giorgio; se il relativo progetto sarebbe stato costruito con il coinvolgimento preventivo dei cittadini e delle Soprintendenze ai Beni Architettonici e Archeologici, data la rilevanza storico-culturale che anche a Scalinata San Giorgio deve essere oggettivamente riconosciuta e data la necessità di garantire su un intervento di natura urbanistica (tanto più cofinanziato dall’Unione Europea) la trasparenza e la partecipazione pubblica in merito alle scelte progettuali da adottare e alle istruttorie da intraprendere.
In mancanza di risposte, Guerri ha portato la questione in Consiglio Comunale, chiedendo che in quella sede l’amministrazione scopra le carte e renda noti i propri intendimenti ed eventuali decisioni già prese ma non ancora fatte conoscere alla cittadinanza.
Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.