Via le barriere architettoniche per Michele Pieretti: la mobilitazione del web

Attualmente in Italia vi sono circa 3 milioni di persone affetta da disabilità, di queste circa 700 mila hanno difficoltà di movimento e 376 mila non sono in grado di svolgere in autonomia le attività di cura della persona.  Uno di questi casi è, purtroppo, quello di Michele Pieretti, cittadino spezzino che abita in Via della Costa a Fabiano Alto nel Comune della Spezia; il giovane è affetto da tetraparesi spastica al 100% e  per muoversi necessita dell’uso di una carrozzina, ma il problema più grande per lui è la lunga scalinata pubblica che lo separa dalla strada dove un automezzo può condurlo in città.

La prima richiesta di intervento in Comune risale al 2003, tramite il consigliere Luigi De Luca, che ne ha presentato una seconda nel 2007 e infine un’altra questa mattina. Già in passato il Comune aveva espresso interesse, ma non era seguito alcun intervento concreto. De Luca, assieme all’avvocato Cesare Bruzzi Alieti, da anni impegnato nella difesa dei più deboli della società, ha creato il gruppo Facebook “Abbattiamo le barriere architettoniche per Michele Pieretti”, che conta oltre 1800 membri.

Del problema del caso Pieretti si sono occupati nel tempo diversi parlamentari dell’arco costituzionale. Nel 2012 sembrava che la situazione potesse arrivare ad una soluzione attraverso la realizzazione di un tratto di strada che collegava la scalinata ad una strada in progetto di realizzazione ma tutto ancora una volta si è arenato per il veto della Soprintendenza, nonostante il Comune della Spezia avesse rassicurato i familiari sull’immediata soluzione del problema.

Sabato 5 aprile, alle ore 10 a Fabiano Alto, si terrà anche una grande manifestazione per Michele.

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.