Accademia Capellini, conferenza sulla statua di San Giuseppe nella chiesa di Santa Maria Assunta

Venerdì 28 marzo alle ore 17.30 nel Salone Sforza dell’Accademia Capellini della Spezia, si terrà un’importante conferenza su un argomento attinente alla devozione degli spezzini a San Giuseppe, patrono della città. Si tratta, in particolare, di un incontro in cui il dottor Sergio Del Santo, cultore di storia locale, e lo scultore profesor Fabrizio Mismas illustreranno, sulla base di recenti ricerche storiche, la nuova attribuzione e la datazione del gruppo marmoreo raffigurante Gesù giovinetto accanto a San Giuseppe posto nella Cappella a lui dedicata nella Chiesa Abaziale di Santa Maria Assunta alla Spezia.
Nell’occasione sarà mostrato il bozzetto in gesso della statua, felicemente recuperato presso la gipsoteca della ditta Luisi di Pietrasanta e acquisito dalla Curia per il nostro Museo Diocesano e saranno documentati, sulla base di un pro memoria del 1942 di G.B.Cafferata, allora abate parroco di Santa Maria, tutti gli sviluppi, dall’ideazione alla realizzazione, inerenti all’importante manufatto.
Giova ricordare che il bozzetto definitivo della statua, opera degli scultori Umberto De Giovanni e Dario Luisi, fu scelto, direttamente da monsignor  Cafferata in accordo con il Vescovo Giovanni Costantini, con il professor Ubaldo Formentini e con l’ingegner Franco Oliva.

Inoltre sarà presentato il bozzetto che il pittore Luigi Agretti aveva effettuato per l’affresco, mai eseguito, della Cappella dedicata al Santo Patrono, affresco che avrebbe dovuto essere realizzato a complemento di quello eseguito dallo stesso pittore per la Cappella del Sacro Cuore.
Quest’ultimo, in realtà, venne effettuato dall’ Agretti in modo difforme rispetto ad un bozzetto esistente presso l’archivio di Santa Maria.
I due relatori, che saranno presentati dal professor Giuseppe Benelli, presidente dell’Accademia, affronteranno i diversi argomenti avvalendosi di un notevole apparato iconografico. In tal modo sarà possibile ottenere un miglior coinvolgimento dell’uditorio a questo affascinante viaggio a ritroso del tempo volto a recuperare una parte importante e significativa della nostra storia religiosa e culturale.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.