L’elemosina di Renzi, di Mario Bonelli

Non credo proprio che gli italiani siano tanto ingenui nel credere che con i provvedimenti presi dal governo Renzi, l’Italia possa iniziare a crescere, a cominciare dall’aumento in busta paga di 80 euro circa a favore di una parte di lavoratori e nel modificare la durata dei contratti a termine. Anche se può sembrare, a detta di qualcuno, che qualcosa di concreto venga fatto, dopo il vuoto dei precedenti, Berlusconi, Monti e Letta, dire che questi provvedimenti diano lo scossone alla nostra economia malandata è una vera eresia. Questi provvedimenti faranno perdere altro tempo e la crisi si acuirà ancora di più. Non condivido politicamente le ideologie né della Camusso né della Fiom, però condivido pienamente quanto detto oggi dall’esponente della Fiom che criticando i provvedimenti di Renzi, dice che sono necessari, per poter iniziare a crescere, gli Investimenti sia pubblici che privati. Personalmente ritengo che la parola chiave per la crescita sia “Investimenti, pertanto, devono essere, in primis, gli investimenti pubblici a fare da volano, da motore per dare una risposta al 12% di disoccupati e al 40% della disoccupazione giovanile. L’aumento degli occupati metterà in moto il cosiddetto moltiplicatore, con conseguente aumento dei consumi oltre che un aumento nelle casse dello Stato dell’Irpef e dei contributi all’Inps dei nuovi lavoratori. Ritengo che i dieci miliardi dovevano essere utilizzati dallo Stato non per fare l’elemosina a una parte di lavoratori, ma come un primo acconto, da utilizzare per gli Investimenti nei diversi e numerosi campi. Solo in un secondo tempo, finito il periodo deflazionistico, e dopo che lo Stato avrà abbassato a un limite sopportabile le tasse, le aziende sopravvissute alla crisi e la nascita di nuove, saranno in grado di Investire, e iniziare ad assumere dipendenti. Il governo, deve, comunque avere il coraggio, in questa prima fase, per il bene degli italiani, se queste manovre non lo consentono, di non rispettare per un periodo più o meno lungo il 3%.

Mario Bonelli dottore commercialista in La Spezia.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.