Non mancate sabato mattina alla presentazione della guida-che-non-c’è!

Succede a Spezia. Il Comune annuncia con gran “scarmazzo”, conferenza stampa, comunicati e hashtag sui social, di essersi finalmente mosso per promuovere turisticamente la città.

Dopo anni di spremitura di meningi delle migliori “menti” comunali il sindaco in persona, coadiuvato dalla fedele e geniale Angelicchio, ecco partorisce la grande idea: facciamo una pubblicazione, una guida turistica! Guide e carte turistiche già ce ne sono, è vero, ed anche ben fatte. Tra l’altro prodotte dai privati a spese loro il che, di questi tempi, per le magre casse dei contribuenti è un gran sollievo.
Ma il Comune non è d’accordo. Federici scende in campo e sbaraglia la concorrenza: farà una cosa completamente nuova. Sabato mattina per San Giuseppe infatti, presenta una guida-che-non-c’è, nel senso che la guida ancora non esiste, non è stata stampata e dunque è una guida virtuale, semplicemente non c’è.

D’altronde ultimamente ci stiamo abituando al virtuale federiciano, dalla posa della prima pietra dell’ospedale (rimasta sola soletta), alla nave fantasma che porta scorie che non risultano, su una rotta che non si sa, verso destinazioni ignote, e così via.
Certo non è chiaro come si potrà aspettare davvero l’arrivo dei turisti veri, con soldi veri, per girare veramente dalle nostre parti, facendo promozione con una guida-che-non-c’è. Ma tant’è: qui siamo a Spezia quindi vi diamo un cordiale benvenuto virtuale con servizi virtuali per un fantastico soggiorno virtuale del turista che-non-c’è. Anche se il conto, per gli spezzini, sospettiamo che alla fine sarà reale!

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.