La casa editrice elettronica spezzina Liber Iter augura un buon mese letterario ai suoi digi/lettori

La casa editrice elettronica LiberIter nasce ufficialmente nel 2005, con il progetto ambizioso di inserirsi nel mondo della cultura in modo innovativo. Lo staff spezzino che la costituisce è formato da professionisti in vari settori, col felice connubio tra informatici e letterati, tecnici del computer e insegnanti. I suoi prodotti sono in continua evoluzione allo scopo di rispondere il più possibile alle esigenze di innovazione nel campo della lettura mediante edizioni che non intendono sostituire il libro in carta, ma offrono una forma più originale e proprio per questo di maggiore attrattiva per i lettori. La casa editrice, aperta a vari settori, si propone il difficile compito di rispondere anche alle esigenze della didattica, nella convinzione che il supporto elettronico sia la migliore proposta nelle scuole per soddisfare le richieste di molti ragazzi che desiderano affrontare lo studio utilizzando le nuove tecnologie con cui hanno più familiarità.

In parallelo cerca di inserirsi nel campo delle pubblicazioni artistiche, del fumetto e di tutti i settori che possano accompagnare e sostenere la didattica, offrendo una panoramica della cultura in tutti i suoi aspetti. Un progetto in corso di attuazione è la realizzazione di audiolibri che accompagnino i testi pubblicati, nella convinzione che “ascoltare” il libro possa essere un ulteriore mezzo per apprezzarne o impararne il contenuto.

Il mese di febbraio alla casa editrice elettronica Liber Iter è stato un periodo dedicato ai Premi letterari. Innanzi tutto è stata pubblicata la raccolta delle Novelle legate al Premio letterario Decameron 2013 con i dieci racconti di tema contemporaneo introdotti e inseriti in una ‘cornice’ in tempi moderni.

Dai primi di febbraio però è stato indetto un nuovo Premio di narrativa dedicato ai giovani e per i giovani a cui potranno partecipare sia i ragazzi che hanno voglia di scrivere, che gli adulti che vogliono scrivere per i ragazzi. Il regolamento è sul sito, il Premio letterario è intitolato Scriver-e-giovani

La vera novità di questo mese però è la pubblicazione della seconda parte della Mitologia ellenica di Daniele Bello. Nel primo volume l’autore aveva trattato della Cosmogonia nei racconti della mitologia e poi degli Dei del mondo antico, dalla loro nascita ai loro amori, ire e avventure. In questa seconda parte invece ha trattato degli eroi e delle grandi epopee, quei racconti che hanno ispirato film e letteratura.

 Pubblicazione di un certo rilievo è il catalogo della mostra tenutasi al Museo diocesano di Massa, intitolata Alle Origini della Fede. L’opera è stata realizzata per far conoscere l’iniziativa mostrando le opere esposte, ma anche per offrire l’occasione per trattare l’argomento seguendo un taglio storico-locale. L’opera sarà disponibile ai primi di marzo.

Infine di prossima pubblicazione il già annunciato romanzo di Emanuele Valli, Storie di un povero casellante, ma anche un’altra opera di narrativa. Si tratta del romanzo fantasy di Lucia Raffaella Caprioli, Il diamante della luce, l’avvincente storia di una giovane eroina…

Il team di Liber Iter

www.liberiter.it


Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.