Legambiente: si facciano indagine epidemiologica e monitoraggi costanti

Primo appuntamento, in Commissione Ambiente, con le audizioni di Comitati e Associazioni ambientaliste. Oggi sono stati auditi il WWF (rappresentato da Stefano Ponzanelli), Italia Nostra (con la presidente spezzina Serena Spinato) e Legambiente (con l’avvocato Valentina Antonini). Per l’Amministrazione era presente l’assessore all’Ambiente Davide Natale. Sono molte, le criticità ambientali della nostra città, dalle ceneri dell’Enel alle discariche, senza tralasciare (come più volte sottolineato da Serena Spinato) la cosiddetta “emergenza” rifiuti. “L’obiettivo del 65%, inizialmente previsto per il 2012, è stato procrastinato al 2020, c’è un ritardo” ha detto. A lei risponde l’assessore, che informa “dal 31 marzo partirà la differenziata in diverse zone della città“. Il fatto che il sistema del porta a porta coinvolga ulteriori quartieri è sicuramente un bene, ma l’importante è che i rifiuti vengano, ove possibile, riciclati.

L’avvocato Antonini punta soprattutto sulla sua materia, quella per cui è stata delegata da Legambiente, e cioè tutto ciò che è legato alle navi dei veleni e alla collina di Pitelli. Valentina Antonini chiede prima di tutto che venga avviata un’indagine epidemiologica, oltre che monitoraggi regolari, al fine di stabilire se realmente c’è una relazione di causa-effetto tra gli eventi inquinanti e le malattie. Non è un’operazione semplice, come sottolinea anche la consigliera Simona Cossu, perché le problematiche cittadine sono variegate, ma sarebbe una tappa importante. “Quest’Amministrazione” afferma l’avvocato di Legambiente “si è dimostrata sensibile al tema, visto anche il conferimento della cittadinanza onoraria al capitano De Grazia, ci auguriamo che si crei una connessione con i cittadini“. Quei cittadini che si preoccupano per la loro salute e chiedono risposte.

Vi sono moltissime problematiche legate alla salute: eruzioni cutanee (come sottolinea Luigi de Luca, la nostra è una città con un altissimo tasso di allergie), patologie tumorali e anche (specifica Ponzanelli) malattie cardiovascolari. E’ importante, quindi, non solo monitorare, ma anche (conclude la Antonini) illustrare i risultati alla cittadinanza, per una questione di trasparenza.

Domani è previsto il secondo appuntamento, alle 15 in Sala Consigliare: verranno auditi i Comitati spezzini e il Coordinamento dei Quartieri del Levante. Le commissioni sono aperte al pubblico.

 

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.