Giulio Guerri: “In aumento le infezioni negli ospedali spezzini”

In città, da un po’ di tempo, è sempre più facile incontrare persone che riferiscono di essere reduci da infezioni contratte durante l’utilizzo di uno dei nostri ospedali o che raccontano di avere familiari o amici che sono venuti a trovarsi in questa condizione. Questa situazione è molto grave, anche perché sembra essere confermata da quegli operatori dell’Asl 5, che sono quotidianamente in prima fila coscienti di essere troppo pochi rispetto all’esigenza di cura che si manifesta quotidianamente.” Con queste parole si apre la nuova interrogazione presentata dal consigliere comunale Giulio Guerri, portavoce del gruppo “Per la Nostra Città“. L’esponente di opposizione torna a puntare l’attenzione sull’efficienza delle strutture della sanità spezzina e, in particolare, su un aspetto vitale: la loro adeguatezza sotto il profilo igienico-sanitario, ” troppo importante per la cura“. “Il rispetto di questo parametro è essenziale per poter dare garanzia ad ogni cittadino che, avendo necessità di cure in ospedale, abbia la possibilità che queste siano prestate in modo idoneo per addivenire al superamento delle criticità sofferte come al  miglioramento della propria condizione di salute. Senza un sistema di protezione igienica degli ambienti in cui si sviluppa il trattamento sanitario, questa garanzia salta e si apre la strada a complicazioni che aggravano la condizione del malato e mettono a rischio la sua stessa vita.”
Guerri ricorda che questo significa l’imprescindibile necessità di assicurare la massima attenzione alla pulizia e all’asetticità degli ambienti e alla sterilizzazione degli strumenti. “Sotto questo profilo – continua Guerri – sono emerse recentemente alcune pesanti problematiche che ci obbligano a trattare con molta serietà e forte preoccupazione l’argomento. Sappiamo che nei mesi scorsi alcune sale operatorie sono state chiuse perché la ventilazione funzionava al contrario, cioé immetteva aria dall’esterno anziché espellerla, alimentando un processo diametralmente opposto a quello indispensabile per renderle asettiche. Per quanto riguarda le pulizie, vi è stata una pesantissima riduzione del servizio, quantificata – a quanto pare – nell’ordine del 50% e a tal proposito sembra esserci un quadro molto confuso e incerto, dovuto a ricorsi fatti contro il nuovo appalto e che hanno visto fino a questo momento soccombente la direzione dell’Asl 5.” “E’ del tutto evidente che, alla luce dello stato dei fatti, occore sapere se l’assetto igienico-sanitario nelle strutture dell’Asl 5 è debitamente controllato dai responsabili idonei a garantire gli standard previsti dalle norme vigenti o se occorre rivedere lo stato delle condizioni esistenti.

Nella sua interrogazione Guerri chiede al Sindaco di riferire in merito alla situazione, garantendo la tutela della salute e della vita del cittadino.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.