Il direttore amministrativo dell’asl spezzina, Renata Canini, condannata per danno erariale

Poi ti chiedi perchè le cose vanno sempre male… Questa notizia mi era sfuggita e la riporto da www.riviera24.it, a firma di Fabrizio Tenerelli.

“Secondo la procura il dirigente avrebbe nominato a direttore amministrativo dell’Asl 1 Marco Damonte Prioli nonostante non avesse i titoli per svolgere l’incarico come previsto dalla legge ma in scienze dell’informazione.

I giudici della Corte dei Conti della Liguria hanno condannato al pagamento di 10 mila euro per danno erariale Renata Canini, 62 anni, ex direttore generale dell’Asl 1 di Imperia. 

La procura contabile aveva chiesto un risarcimento di oltre 47 mila euro. Secondo la procura il dirigente avrebbe nominato a direttore amministrativo dell’Asl 1 Marco Damonte Prioli nonostante non avesse i titoli per svolgere l’incarico come previsto dalla legge, ma solo una laurea in scienze dell’informazione. L’incarico era stato svolto dall’1 ottobre del 2005 al 6 luglio del 2008 per un importo totale di 376 mila euro.

La procura aveva chiesto il pagamento degli emolumenti versati solo dal marzo al luglio 2008, pari a oltre 47 mila euro, in quanto gli importi precedenti erano prescritti. Per i giudici e’ evidente che la dottoressa Canini nell’affidare l’incarico di direttore amministrativo al dottor Damonte Prioli ha violato la norma, posto che l’incaricato non era in possesso di una laurea in discipline giuridiche o economiche ma in scienze dell’informazione”. Violazione che secondo i giudici sarebbe stata fatta in maniera “consapevole”. 

Da qui la condanna, anche se inferiore da quella richiesta dalla procura, perche’ per la quantificazione del danno i giudici hanno tenuto conto “delle conoscenze specifiche del dottor Damonte derivanti dalle sue esperienze lavorative all’interno dell’Asl e in parte acquisite in un corso di perfezionamento per le funzioni amministrative in sanita’” e anche il fatto che in conclusione del suo incarico “ha conseguito una laurea in economia e management dei servizi sanitari”.

A questo punto sarebbero certamente doverose le dimissioni della signora Renata Canini.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.