Via Marconi, interpellanza del MoVimento 5 Stelle

Il gruppo consiliare Movimento 5 Stelle La Spezia

PREMESSO CHE

in zona Pellizzarda (Via Marconi, strada per Isola), da quanto si evince dal cartello esposto, sorge un cantiere allestito su un’area di proprietà del comune di La Spezia per “Interventi di somma urgenza per dissesto idrogeologico torr. Pellizzarda” di cui il Comune stesso è committente;

gli interventi pare siano stati necessari in seguito ad alcuni smottamenti derivati dall’incuria dell’area e dalle ingenti precipitazioni;

allo stato attuale gli interventi fatti hanno rimosso grandi quantità di terreno, liberando il letto del torrente dai residui franosi e allargando abbondantemente l’alveo;

Una parte abbondante del terreno movimentato risulta di colore, tessitura, consistenza nettamente diverso dal resto del terreno circostante, in particolara appare scuro, quasi nera, untuoso al tatto ed emana forti odori riconducibili ai comuni idrocarburi (benzina, gasolio, kerosene, etc.)

in zona Felettino, già da diversi mesi gli abitanti segnalano insistenti e intensi miasmi dallo spiccato odore di kerosene o gasolio, percepibili soprattutto durante i periodi di pioggia battente;

i residenti nelle zone limitrofe al cantiere hanno segnalato nelle scorse settimane la presenza di personale dei vigili del fuoco e di auto recanti le insegne dell’ARPAL.

CONSIDERATO CHE

alle persone presenti sul posto, gli operai del cantiere, il personale dei vigili del fuoco, gli operatori ARPAL hanno comunicato in via del tutto informale che sarebbe stato opportuno invitare chi utilizzasse le acque del torrente Pellizzarda per l’irrigazione ad interrompere tale attività in quanto le acque risulterebbero contaminate da idrocarburi;

INTERPELLA IL SINDACO E LA GIUNTA

su quale sia lo stato di avanzamento dei lavori all’interno del cantiere;

su quali siano i motivi che hanno condotto il personale dei vigili del fuoco e di ARPAL a fare sopralluoghi sul cantiere;

su quali siano i risultati di eventuali esami effettuati da ARPAL sulle acque del torrente;

nel caso di effettiva contaminazione delle acque del torrente, su quali siano le ragioni e la natura di tale contaminazione e se siano i materiali presenti nell’area di proprietà comunale ad averla causata;

nel caso di effettiva contaminazione delle acque del torrente, su quali siano i motivi per cui su un’area del comune siano presenti residui di natura non nota che possano aver causato tale contaminazione;

nel caso di effettiva contaminazione delle acque del torrente, su quali siano i livelli di contaminazione anche delle acque di falda;

nel caso di effettiva contaminazione delle acque del torrente, trattandosi di una zona ricca di pozzi utilizzati per l’irrigazione se non sia il caso di effettuare ulteriori verifiche a campione sui pozzi presenti in loco;

nel caso di effettiva contaminazione delle acque del torrente, se non sia il caso di avvisare tutta la popolazione residente in modo puntuale e preciso piuttosto che lasciare gli abitanti nel dubbio;

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.