Cinque Terre chiuse al pubblico e percorso Via dell’Amore framurese, Bruzzone: “Siano verificate le garanzie di sicurezza”

Francesco Bruzzone interviene in merito alla situazione del celebre percorso “Via dell’Amore” nelle Cinque Terre, in provincia di La Spezia. Il capogruppo della Lega Nord nel Consiglio Regionale della Liguria ha presentato una interrogazione con risposta immediata al Presidente della Regione Claudio Burlando e alla sua Giunta, chiedendo chiarimenti all’ente.

“Le Cinque Terre si preparano a iniziare la nuova stagione turistica, e sulla Via dell’Amore, chiusa al pubblico ormai da quasi due anni, non sono ancora iniziati i lavori di riqualificazione e messa in sicurezza dei costoni soprastanti”, nota il Consigliere Regionale del Carroccio, che già lo scorso settembre aveva presentato un’interrogazione a carattere urgente (ancora da discutere in aula) invocando un ripristino in tempi celeri dell’agibilità del percorso.

“Si è appreso che il Comune di Framura sta lavorando per la realizzazione di una possibile ‘Via dell’Amore framurese’, nuovo percorso dalle caratteristiche simili alla nota strada delle Cinque Terre, anch’esso ricavato sulla scogliera a picco sul mare”, nota ancora. “Secondo alcune notizie, tuttavia, questo nuovo piano insisterebbe su un territorio franoso e a rischio di dissesto, come rilevato dalla Regione Liguria nel 2010. In merito, risulta essersi espressa anche la magistratura amministrativa, nella figura del Consiglio di Stato”.

“Ritengo necessario interrogare, a questo punto, il Governatore Burlando e la Giunta Regionale, affinché venga fatta l’opportuna chiarezza, e mi rivolgo a loro al fine di sapere se tale opera sia supportata dalle dovute garanzie di sicurezza futura in materia di rischio idrogeologico”, conclude il capogruppo della Lega Nord nel Consiglio Regionale Francesco Bruzzone.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.