IL TEATRO A BARATTO HA BISOGNO DEL NOSTRO VOTO ON LINE. AIUTIAMO ELENA GUERRINI

Io il voto alla ELENA gliel’ho dato. Perché sono stata ospite del suo Festival in MAREMMA e ho capito che sono queste le persone e i progetti che possono veramente creare la differenza nell’idea di cultura, di arte e di teatro. Elena, attrice autrice, narratrice si è inventata il “teatro a baratto”: un festival in una zona ferita dall’alluvione in Maremma dove i narratori, i teatranti vengono ospiti del paese e tra le corti, in piazza e in piccole aree dei paesi del festival vengono a portare in dono la loro parola, le loro storie e come accadeva tanti ma tanti anni fa, le persone ricambiano con quel che c’hanno: vino, torte, libri. Una nuova economia basata sul condividere con gioia il teatro che ci sembra “bella dentro” fatta dall’autrice del best seller “Bella tutta” sulle donne “king size”. E così la Roberta Biagiarelli, Moni Ovadia, Cosentino, Marco Paolini, la Antonella Questa e moltissimi altri artisti  hanno regalato momenti straordinari a un pubblico che si portava da casa la sedia e talvolta la coperta.

Possiamo aiutare Elena: votiamo il suo Festival MAV per il bando CHE FARE che premia progetti culturali ad alto impatto sociale.   Il “Festival a Veglia” ideato da Elena Guerrini e da Creature Creative, è stato selezionato tra oltre 600 progetti nei 40 finalisti del contest “Che fare”, che premierà con 100mila euro il progetto più votato e meglio comunicato.

E per convincervi ecco qua nel dettaglio il progetto di ELENA:

 Il progetto

MAV!( Maremma a Veglia col baratto) è l’estensione di A Veglia (a teatro col baratto), il festival che per 7 anni ha abitato il piccolo comune della Maremma di Manciano: un paese che si è fatto teatro, dove lo spettatore si porta la sedia in piazza. Un teatro dove gli artisti sono pagati con un cachet simbolico e con il baratto. Un evento che ha riscoperto piazze, corti, case private. Una formula che ha convinto artisti come Marco Paolini, Alessandro Benvenuti, Moni Ovadia, Ginevra Di Marco, Vladimir Luxuria e Simone Cristicchi a divenire complici del percorso.
MAV! mantiene la formula di A Veglia ma coinvolgerà 5 comuni ( Manciano, Scansano, Magliano, Orbetello, Capalbio) ed un Capoluogo di provincia: Grosseto. Comprenderà inoltre musica, documentari, arte e piccola editoria oltre al teatro.
MAV sperimenta l’economia a baratto. All’interno di alcuni edifici commerciali si potrà pagare a baratto: ad esempio una sedia… 5 litri di buon olio. MAV introdurrà anche residenze creative che permetteranno agli artisti di presentare le loro creazioni. Inizialmente durerà da giugno a settembre, ma entro un triennio si punta ad ampliarlo fino a farlo durare tutto l’anno.

 

Chi siamo

Creature Creative nasce nel 2007. Si occupa della distribuzione di spettacoli e di azioni culturali in Maremma, in particolare a Manciano. Dal 2007 al 2013 organizza e coordinaA Veglia, un’iniziativa di Festival a baratto, unica in Italia, che viene presentata nel 2010 alle Buone pratiche del teatro (Bologna) e successivamente a Fa la Cosa Giusta (edizione 2011). Oltre agli enti istituzionali, Creature Creative, ha rivolto la propria azione al terzo settore, come ad esempio ai Gas, replicando più volte lo spettacolo Orti Insorti.

 

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.