I rifiuti? Buttiamoli in mare. Toxicleaks pubblica l’intercettazione completa su Pitelli

Sembra che “PresaDiretta” abbia avuto la classica funzione di sasso nello stagno, smuovendo una situazione che sembrava dimenticata e risvegliando, forse, anche qualche coscienza.  Da una settimana tutti parlano di veleni, rifiuti tossici, Pitelli. Tutti sapevano, in città… tutti o quasi. Sono anni che sentiamo dire che a Pitelli hanno sotterrato “di tutto” e che nel nostro Porto transitano carichi sospetti, ma tutto ciò era sempre stato negato o minimizzato. Ora, però, è arrivata la televisione, una tv nazionale, a dirci, davanti a tutta l’Italia, che il nostro bel Golfo non è solo il Golfo dei Poeti, ma quello dei veleni. Le reazioni, anche quelle della politica, non si sono fatte attendere e il sindaco Massimo Federici, dopo la trasmissione, ha  dichiarato che “i cittadini hanno il diritto ad avere delle risposte” ed è proprio così. Non solo su Pitelli e sui veleni del nostro Porto, ma sarebbe un ottimo punto di partenza. Mentre Lorenzo Forcieri parla di “danno all’immagine della città”, minimizzando ancora una volta la problematica, il blog Toxiclekas.org pubblica l’intercettazione completa in cui si parla di “smaltire in mare i rifiuti” perché in discarica “costa dieci volte tanto“.

La trovate a questo link: Toxicleaks.org.

Negare voci incontrollate è facile, negare intercettazioni appare alquanto complicato. I cittadini, come afferma il sindaco Federici, hanno diritto ad avere delle risposte, a conoscere la verità: cosa è stato sversato in mare? Chi ne era a conoscenza? Perché (se è vero che è accaduto), tutto ciò è stato consentito? Qual è, oggi, il livello d’inquinamento del nostro Golfo? L’ex discarica di Pitelli è stata realmente e completamente messa in sicurezza? I pericoli sono scomparsi? La bonifica a che punto è?

I cittadini aspettano risposte.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.