Giulio Guerri: al Felettino ennesima manifestazione propagandistica

Riceviamo e pubblichiamo un commento del consigliere comunale Giulio Guerri a proposito della posa della prima pietra del bunker di Radioterapia al Felettino.

Quella andata in scena oggi è l’ennesima manifestazione propagandistica della classe politica ligure-spezzina. Uno spot che sconcerta ancora di più perché perpetrato – e non è la prima volta – su un settore come la sanità, nel quale ogni giorno i cittadini della Spezia vivono situazioni di sofferenza e grande disagio, con responsabilità pesanti e oggettive dell’amministrazione regionale e delle istituzioni locali, che hanno la titolarità della politica sanitaria. Il primo scavo per il nuovo bunker di radioterapia viene spacciato come la prima pietra del nuovo ospedale, mentre sono due cose completamente diverse. Invece che esibirsi in passerelle i politici in questione avrebbero dovuto chiedere scusa per il fatto che solo oggi, dopo anni di disagi e disservizi, abbiano avuto inizio i lavori che porteranno in futuro ad avere, finalmente, una radioterapia nella quale – si spera- gli ammalati, gli operatori e le apparecchiature potranno non inzupparsi d’acqua quando piove. Nell’augurarci che questa possa essere una radioterapia che, a differenza di quella attuale, funzioni per davvero e che i lavori si concludano secondo programma, ricordiamo che non è con quest’opera che potrà essere data una risposta esauriente e definitiva alle necessità dei malati oncologici, visto che non abbiamo né si vede ancora all’orizzonte un hospice.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.