Forcieri: per il Waterfront aspettiamo investitori privati, anche stranieri

Riguardo alla realizzazione del nuovo Waterfront il Presidente dell’Autorità Portuale, Lorenzo Forcieri, ha dichiarato che “i progetti pubblici sono fermi per la mancanza di soggetti attuatori”: la crisi colpisce gli enti pubblici e se non entrano finanziatori privati, il progetto non può partire. Per questo Forcieri aspetta investitori privati, anche stranieri. Il Presidente dichiara di averne parlato di recente nel corso di un viaggio a Miami: “Gli Americani” dice “sono pronti a ripartire, speriamo che riparta anche il nostro Paese”.

Quindi, stando alle dichiarazioni di  Forcieri, il progetto Waterfront non è ancora partito per mancanza di soldi, ma non è accantonato, anche alla luce dell’ampliamento della stazione crocieristica che passerà presto dalla “fase transitoria a quella definitiva”, come è stato annunciato nel corso della conferenza stampa di stamattina. Gli sbarchi nella nostra città, nel corso di quest’anno, saranno nettamente più numerosi rispetto allo scorso anno: 183 scali, quasi 500.000 passeggeri, nuove compagnie in arrivo, la città deve essere pronta e il Waterfront fa parte del progetto di “rinnovamento” che renderà La Spezia una città sempre più europea.

I cittadini spezzini, però, non sembrano apprezzare la visione che hanno della città Amministrazione Comunale e Autorità Portuale; infatti, negli ultimi tempi, crescono i malumori anche riguardo a questo progetto. Molti lamentano soprattutto il fatto di non venire mai interpellati quando si tratta di prendere decisioni come questa, che andranno a cambiare decisamente la fisionomia della città.

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.