Giulio Guerri porta in Comune le problematiche di Via Viano

Il consigliere comunale Giulio Guerri (gruppo “Per la Nostra Città”) ha svolto un sopralluogo con alcuni residenti di via Viano per verificare le criticità della zona, che alimentano da tempo disagi e malcontento fra gli abitanti. L’esponente d’opposizione ha messo nero su bianco, punto per punto, tutte le problematiche rilevate, inviando al Sindaco una nuova interrogazione corredata di supporto fotografico. “Prima di tutto– sottolinea Guerribalza agli occhi lo stato disastroso del fondo stradale per tutta l’estensione della via, comprese le diramazioni di pertinenza comunale, con grave nocumento al decoro e, soprattutto, alla possibilità che mezzi e pedoni riescano a transitare agevolmente e in sicurezza. Tutto questo– specifica Guerrinonostante le ripetute richieste già avanzate dal sottoscritto con precedenti interrogazioni (ultima la n.173 del 3 maggio 2013), colpevolmente ignorate dall’amministrazione comunale e sempre più di attualità, man mano che il selciato continua a deteriorarsi“.

Guerri chiede che, oltre a riasfaltare la strada, “si faccia poi attenzione a non ricreare i dossi rallentatori nella maniera degli attuali, pericolosi e devastanti in quanto troppo alti e mal segnalati (problema da risolvere al più presto)“. Inoltre – prosegue Guerri – “lo slargo d’ingresso (di cui in passato la giunta aveva invano promesso la risistemazione) va riqualificato, date le condizioni indecorose dell’aiuola centrale, dove peraltro stazionano ancora i residui di un albero caduto un anno fa, una vecchia cabina telefonica (che peraltro sembra non ben saldata al suolo) nonché lampioni logori e che non illuminano.” “I temi della pulizia, dell’igiene pubblica e dell’illuminazione sono peraltro problemi ricorrenti in tutta la via, che pare richiedere specifici interventi di disinfestazione, l’installazione di nuovi punti-luce e un adeguato servizio di nettezza urbana“.

  “L’area dell’incrocio fra via Viano e via Raspolini manifesta un’evidente criticità: va posta una segnaletica che regoli in modo ordinato, corretto e chiaro i sensi di marcia, le precedenze e la sosta (permettendo a tal proposito anche il recupero di preziosi posti-auto), perché la situazione attuale è causa di caos e pericolo. Inoltre, in questo punto, la postazione dei cassonetti è costantemente ridotta a una discarica (spesso è stata segnalata anche la presenza di lastre di eternit abbandonate) e l’aiuola è solo un groviglio di cespugli che fa da ricettacolo di topi e sporcizia.” “Infine – conclude Guerri il ponticello sopra il torrente Borzonasca è pericoloso, perché delimitato da una ringhiera rotta e molto vecchia, che richiede da anni adeguata sostituzione. Peraltro, nelle vicinanze vi è un antico lavatoio : non sarebbe una pessima idea se il Comune, una volta risolte le gravi inadempienze e soddisfatte le istanze prioritarie, si attivasse per rimettere a posto e valorizzare quale elemento storico-testimoniale questa struttura, similarmente a quanto già fatto in passato in altre zone della città“.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.