La donna del mese: Trudi Birger

Nata a Francoforte nel 1927 da un’agiata famiglia ebrea, Trudi Birger fu una biologa e scrittrice tedesca. La sua infanzia spensierata fu interrotta bruscamente nel 1934 dall’avvento del nazismo: con la famiglia visse nascosta diversi anni ma dopo la cattura fu rinchiusa nel ghetto di Kosvo e finì nell’infamante campo di Stutthof. Miracolosamente riuscì a sopravvivere e quando la guerra finì si sposò e si trasferì nel neonato stato di Israele con il marito e la madre, dove lavorò come microbiologa.

Durante la sua attività, iniziò anche a occuparsi dei problemi fisici e psicologici indotti nei bambini dai problemi dentali che lei stessa aveva sofferto in campo di concentramento in seguito alle percosse di uno dei guardiani che le ruppe tutti i denti. Presa da questo intento nel 1980 fondò una clinica no-profit Dentisti Volontari per Israele (qui il sito) e nel 1981 ricevette il Premio Presidenziale per il Volontariato. Come lei stessa affermò, la cura dei denti sembra davvero l’ultimo dei problemi nelle popolazioni che soffrono la fame. E invece Trudi dimostrò che non è così, perchè c’è chi sente dolore per anni, chi non riesce a masticare, ragazzine dodicenni che non sorridono mai perchè si vergognano di mostrare i loro denti già guasti.

Trudi Birger divenne cittadina emerita di Gerusalemme grazie alle sue opere di utilità sociale a favore dei bambini poveri, senza discriminare tra ebrei e palestinesi e tutt’oggi nella clinica da lei fondata tantissimi bambini ebrei e palestinesi ricevono assistenza gratuita per cura e prevenzione dell’igiene orale.

Nel 1992 pubblicò il libro autobiografico Ho sognato la cioccolata per anni, in cui raccontò la sua terribile esperienza nel campo di sterminio, in particolare della rinuncia a salvarsi per stare a fianco della madre, di come riuscì a evitare la morte e di come fu in quell’occasione che promise a sé stessa di occuparsi dell’infanzia sofferente se fosse sopravvissuta (lei stessa, infatti, ne parla nel suo libro Da bambina ho fatto una promessa).

Morì nel 2002 a Gerusalemme all’età di 75 anni, circondata dalla sua numerosa famiglia.

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.