PRC La Spezia: esposto contro le nomine ATC

Le nomine di Flavio Cavallini e Renato Goretta ai vertici dell’Atc sono al centro di un esposto alla Corte dei Conti presentato da Rifondazione Comunista con l’avvocato Massimo Lombardi. L’esposto è stato sottoscritto, oltre che dalla consigliera Simona Cossu, anche da Edmondo Bucchioni, che nelle prossime settimane prenderà il posto della Cossu in Consiglio. Rifondazione è passata a vie legali dopo aver presentato la questione in Consiglio Comunale e non aver ricevuto risposte dall’Amministrazione.

Secondo Rifondazione la nomina di Cavallini, già nell’amministrazione ASL, non può ricoprire anche l’incarico affidatogli in ATC, ai sensi della legge Severino. Si ricorda che Cavallini è stato autorizzato dalla ASL a ricoprire il ruolo di presidente ATC solo per 30 giorni l’anno e per questi 30 giorni percepisce 35.000 euro di stipendio (che si aggiungono ai 90.000 della ASL).

Anche per Renato Goretta, attuale presidente e amministratore delegato di ATC esercizio, c’è, secondo Rifondazione, un’ipotesi di incompatibilità, perché fino a ottobre 2013 era in ATC S.p.a e la legge prevede che tra i due incarichi passi almeno un anno.

Nell’esposto si nomina anche Riccardo Venturini, che in ATC ricopre il ruolo di responsabile per la trasparenza e l’anticorruzione e, quindi, sarebbe stato suo compito vigilare e segnalare queste situazioni.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.