Codacons: intollerabili gli incidenti ferroviari da maltempo

Il locomotore e almeno un vagone dell’Intercity 660 Milano-Ventimiglia sono usciti dai binari questa mattina, a causa di una frana della parete rocciosa tra Andora (Savona) e Cervo (Imperia) in una zona a binario unico. Feriti i due macchinisti. Dal momento che c’era allerta 2, i treni non potevano viaggiare a una velocità superiore a 30 km/h e la velocità ridotta ha, con ogni probabilità, evitato danni peggiori. (Fonte: www.lastampa.it)

A questo proposito, riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del Codacons.

Intollerabile che nel 2014 il maltempo possa provocare deragliamenti e incidenti ferroviari. Lo afferma il Codacons, commentando i caso del treno Intercity 660 Milano-Ventimiglia deragliato a causa di una frana caduta dalla sovrastante parete rocciosa. “In attesa che la magistratura chiarisca le cause dell’incidente e le relative responsabilità, non possiamo non chiederci quale sia i livello di sicurezza dei collegamenti ferroviari italiani – spiega il Presidente Carlo Rienzi – La circolazione nelle aree a rischio frana va interrotta in attesa di interventi di messa in sicurezza, per evitare che episodi come quello odierno possano trasformarsi in tragedia”. “Riteniamo inoltre che i passeggeri del treno coinvolto nel deragliamento vadano risarciti per la pura subita e per i rischi corsi. In tal senso il Codacons si mette a disposizione dei viaggiatori per valutare le dovute azioni legali da intraprendere” – conclude Rienzi.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.