Nicola Bosco (IDV): Monterosso, l’Amministrazione ci rassicuri sulla Sanità

Riceviamo e pubblichiamo da Nicola Bosco, referente dell’Italia Dei Valori, una breve riflessione sulla situazione della Sanità a Monterosso.

“So benissimo che deve essere la regione Liguria a dettare le linee guida, ma pensare al nostro paese in un futuro prossimo, privo di una adeguata Assistenza Sanitaria ci preoccupa e non poco. Molti sono i temi da trattare in cerca di una soluzione condivisa; la chiusura serale e notturna del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Levanto ci mette in una situazione molto grave in vista di eventuali emergenze: l’Ospedale della Spezia è lontano chilometri e la strada per raggiungerlo in alcuni punti è veramente pericolosa. Il servizio di Guardia Medica notturna è stato, per ragioni logistiche, spostato in Val di Vara e, se ne avessimo bisogno con urgenza, occorrerebbero svariate decine di minuti per raggiungerci.

Possibile che chi dovrebbe tutelarci non si ponga minimamente il problema ? Un paio di mesi fa il sindaco di Levanto ha organizzato un Consiglio straordinario per esporre la gravità della Assistenza sanitaria locale, focalizzandosi sull’Ospedale San Niccolò, ebbene -continua Nicola Bosco referente dell’IDV-  di tutta Monterosso eravamo presenti solo in 4, mentre l’amministrazione monterossina  era, come sempre, assente. In proposito ricordiamo il sit-in sotto le finestre della Provincia della Spezia, per porre all’attenzione collettiva il problema. La popolazione di Monterosso ha estremamente bisogno di essere rassicurata, abbiamo bisogno di riorganizzare il sistema dei Soccorsi, prioritaria deve essere la prevenzione: da quanto mi risulta un pool di medici avrebbe espresso la volontà di organizzare una piccola struttura dove di volta in volta specialisti verrebbero su appuntamento. Peccato che nessuno ha volontà di organizzarla. Ci sarebbe bisogno di avere delle postazioni fisse di Pronto Soccorso quali ad esempio l’utilissimo “defibrillatore” , come nel piccolo Borgo di Tellaro ( ha una postazione a fianco della locale Pro Loco). Nell’agosto del 2012, l’Associazione ConfCommercio ce ne ha donato uno: dove è stato collocato?  Perché non renderlo visibile e segnalato? Chiediamo solo che l’amministrazione Comunale per una volta collabori con la cittadinanza”.

Nicola Busco referente Italia dei Valori

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.