La Spezia, Lerici e Portovenere costruiscono la “comunità intelligente”

Questa mattina a Palazzo Civico il sindaco spezzino Massimo Federici, con i colleghi Marco Caluri di Lerici e Matteo Cozzani di Portovenere, ha firmato un protocollo d’intesa per la costruzione di una “comunità intelligente“, in vista del bando con il quale l’Unione europea fornirà agli Stati membri alcuni fondi, di cui ancora non si conosce l’importo. Alla conferenza stampa era presente anche l’assessore Alessandro Pollio. Questi nuovi fondi sono destinati, tra le altre cose, a azioni integrate per lo sviluppo sostenibile. Gli ambiti sui quali si andrà a lavorare sono:

1) Smart enviroment o qualità dell’ambiente urbano: in cui confluiranno tutte le tematiche relative alle energie rinnovabili, alla sostenibilità degli interventi edilizi, alla qualità degli interventi di riqualificazione urbana e di pianificazione territoriale oltre che gli interventi per la tutela del territorio e la diminuzione del rischio idrogeologico;

2) Smart mobility o Mobilità sostenibile: per una politica di area vasta relativa a tutti i sistemi di trasporto (via mare, via gomma, pubblico e privati, ciclopedonale). Rientrano in questo ambito anche tutti i progetti per la costruzione di reti stradali e zone di sosta a gestione intelligente, fonti rinnovabili per la ricarica di batterie, sistemi di info-mobilità, accessibilità, intermodalità;

3) Smart economy o economia della conoscenza: l’innovazione è di fatto l’elemento centrale delle politiche di sviluppo di un territorio,
soprattutto grazie alla presenza di importanti centri di ricerca, del Distretto delle tecnologie del mare, del Polo Universitario.

4) Smart people o qualità sociale: le tecnologie e la ricerca di percorsi di progettazione comune avranno prima di tutto lo scopo di individuare
soluzioni per migliorare la qualità e la vita nella “comunità”;

5) Smart participation, inclusione sociale e partecipazione: la partecipazione, la ricerca di partenariati pubblico-privati, il coinvolgimento dei portatori di interesse territoriali su progetti comuni sono l’elemento centrale del percorso di costruzione e trasformazione di “una comunità intelligente”.

Grande soddisfazione da parte dei tre sindaci, per essere riusciti a fare sistema; secondo Cozzani sarà un’ottima opportunità per valorizzare ulteriormente il nostro Golfo, mentre Caluri afferma che grazie a questi fondi si potranno bilanciare i tagli che i Comuni subiscono ogni anno, soprattutto per ciò che concerne il trasporto pubblico.

Entro marzo, fa sapere Federici, sapremo la cifra destinata.

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.