Affondo di Guerri sul bilancio delle Istituzioni culturali: “Ad Alinghieri 12mila euro per la consulenza al Civico stoppata dal Tar dopo appena 3 mesi?”

“Il Secolo XIX” di domenica in un articolo a firma di Sondra Coggio aveva mostrato (e commentato) le variazioni di bilancio approvate giusto qualche giorno prima delle feste natalizie: tutte firmate dalle Istituzioni culturali, ovvero dal presidente Roberto Alinghieri, la cui nomina al Teatro Civico era stata annullata dal TAR, Marzia Ratti e CDA composto da Paolo Bertini Susanna Ognibene Agnese Bucchi. Assente Luca Borzani.  Nella veste di presidente delle Istituzioni Alinghieri firma anche la variazione che riguarda la cifra da attribuire all’ex consulente del Teatro Civico (cioè lui stesso). Che per essere stato destituito da un TAR dopo pochi mesi se ne va con un indennizzo di tutto rispetto, oltre dodicimila euro.
Il consigliere GUERRI che aveva già portato la questione dei prelievi del Comune dal fondo di riserva all’attenzione della Corte dei conti, vuole chiarezza su questo bilancio delle Istituzioni culturali e del possibile “conflitto di interessi” poiché chi firma la variazione è la stessa persona che riceve il contributo. E chiede urgentemente la convocazione di una commissione CULTURA E BILANCIO.  Ci auguriamo che si chiarisca così definitivamente a cosa si riferisce la voce “indennità”, così costosa per i pochi mesi di attività svolta? Ci auguriamo che il diretto interessato, il Sindaco, la Ratti come controfirmataria e il CDA  possano chiarire lo strano caso del consulente sospeso ma profumatamente ricompensato.
Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.