Rimpasto in giunta: se ne va Del Prato ed entra Basile alla cultura

Non abbiamo il dono della preveggenza ma un po’ di cose le avevamo previste e se vogliamo, auspicate. Per esempio, l’ipotesi concreta di uscita di scena dell’assessore Diego Del Prato la avevamo annunciata tempo fa, ricordando alcuni degli episodi non particolarmente brillanti che hanno caratterizzato il settore cultura di questa amministrazione. A cominciare dall’affair Teatro Civico, bando e risultato (Alinghieri direttore) difesi a spada tratta da Del Prato in commissioni varie e sui giornali (“mai fatti bandi così trasparenti”) ma che un TAR ha rigettato. Quindi a fronte di una tale sconfitta per l’amministrazione erano in molti -per primi anche noi – a domandarci se l’assessore sarebbe rimasto ancora  in pista. Non conosciamo le motivazioni ufficiali del sindaco a fronte di questa decisione. Comunque chi vuol divertirsi, può cercare un bel po’ di articoli che abbiamo dedicato all’ormai ex assessore Del Prato. Tra tutti scegliamo per voi questo: 

In ogni caso siamo stati previdenti anche a intuire una possibile nomina di sostituzione: avevamo indicato infatti proprio il filosofo e dottore di ricerca Luca Basile, che per impostazione politica, preparazione e capacità relazionale e oratoria ci sembrava la spuntasse su concorrenti di altri partiti della coalizione di maggioranza. Siamo contenti che il sindaco sia arrivato alla nomina di Basile alla cultura. Ci viene da dire, per la prima volta un uomo adatto al ruolo che va a ricoprire

Quindi, nel fare i nostri più sentiti auguri per la nuova nomina all‘assessore Basile, vogliamo riproporre un pezzo della redazione che a maggio tracciava un profilo dell’allora possibile candidato alla cultura.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.