Il tesoro di Sant’Ippazio, l’esordio letterario di Alberto Colangiulo

Basso Salento. Prima metà degli anni ’80. Notte dell’Assunta. Due ragazzini, inseparabili amici, approfittano della festa paesana per una piccante sortita, ma, inconsapevoli l’uno dell’altro, diventano testimoni del probabile omicidio del parroco. A condurre le indagini è il giovane maresciallo Gerardi che, da pochi mesi in servizio nel posto, si ritrova ad indagare fra le pieghe dei riti, delle superstizioni e dei segreti della piccola comunità. Il tesoro di Sant’Ippazio (Lupo Editore) è davvero un piccolo gioiello per chi ama il noir, capace di tenere incollato il lettore dalla prima all’ultima pagina.

Alberto Colangiulo vive a Tricase (Le). Laureato in filosofia e impiegato nel settore metalmeccanico. Sposato con tre figli, Il tesoro di Sant’Ippazio è il suo esordo letterario

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.