Spezia, calciomercato & modernità

Dopo la débâcle interna di fine 2013, ecco gennaio mese di riposo ma soprattutto di calciomercato. Proprio così perché da oggi è aperto sino a fine mese il mercato di riparazione o meglio la sessione invernale del calciomercato che talvolta non salva stagione a nessuno ma al massimo cerca di dare linfa vitale a chi vuole stravolgere e cambiare diversi calciatori, ormai non più “bandiere” ma che ogni sei mesi cambiano dimora, quasi a testimoniare che il calcio moderno di romantico e attaccamento alla maglia non abbia più nulla. In questo tunnel c’è anche la società aquilotta con le sue operazione di entrata e di uscita, con i cambi tecnici all’ordine del giorno, insomma ci risiamo. E menomale che tra una decina di giorni c’è quella partita lì, si la gita premio al “Meazza” contro il Milan di Allegri, Balottelli, Robinho, Kakà se non verranno ceduti in questi primi giorni di mercato. Mercoledì 15 gennaio ore 18 a San Siro per gli ottavi di finali di coppa Italia Tim, per il popolo aquilotto un evento indelebile aldilà di chi vestirà in quel tardo pomeriggio milanese la casacca bianca. Proprio per questo la ripresa tecnica sarà da martedì prossimo con un mini ritiro a Roma agli ordini di mister Mangia.

Intanto sono iniziati i lavori al manto erboso del “Picco” e si, perché non va più bene dopo appena due anni il sintetico che in tanti hanno voluto e ora hanno rinnegato…paga patron Volpi. Sarà tutto pronto per la ripresa del campionato il primo febbraio, sperando che non siano date altre colpe al fondo del campo a non far decollare il volo delle aquile!

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.