Spezia, che disfatta contro il Latina

Spezia-Latina-1-4

 

SPEZIA (4-2-3-1): Leali 6; Baldanzeddu 5,5, Borghese 5,5, Ceccarelli 6, Migliore 6; Moretti 5 (43’st Orsic sv), Seymour 6; Catellani 5,5, Sammarco 6 (45’ Ferrari 5,5), Carrozza 5,5 (16’st Rivas 5); Ebagua 6. (Valentini, Ashong, Sansovini, Ciurria, Henty). All.: Mangia.

 

LATINA (3-5-2): Iacobucci 6; Brosco 6, Cottafava 6, Figliomeni 6,5; Milani 6, Crimi 6,5, Bruno 6 (27’st Ricciardi 6), Morrone 6,5, Alhassan 6; Cisotti 6,5 (21’st Ghezzal 6), Jonathas 6,5. (Forzati, Bruscagin, Maltese, Di Chiara, Addessi, De Giosa, Chiricò). All.: Breda.

 

 

ARBITRO: Bruno di Torino 4,5.

 

MARCATORI: 9’st Cisotti (L); 12’st Crimi (L); 21’ Ebagua (S); 35’st Figliomeni (L); 48’st Jonathas (L).

 

NOTE: Spettatori 6500 circa di cui 2075 paganti (4300 abbonati). Terreno sintetico in perfette condizioni. Pomeriggio uggioso, cielo coperto. Ammoniti: Alhassan, Moretti, Morrone, Bruno, Borghese, Ricciardi. Angoli: 1 a 0. Recupero: 2’; 4’.

 

Ultima partita sul manto sintetico del “Picco”, alla ripresa sarà un misto naturale e sintetico come il prato di “San Siro”, quello che testerà lo Spezia il 15 gennaio contro il Milan in coppa Italia Tim. Per il resto una partita davvero troppo brutta per essere vera. Complimenti al Latina che ha sfruttato le opportunità che gli aquilotti gli hanno concesso. Spezia con poche idee a centrocampo, con giocatori contati per l’assenza di Bovo e poi dopo il primo tempo di Sammarco. Latina che ha tenuto bene il campo e non è un caso se gli uomini di mister Breda alla fine del girone di andata hanno collezionato 30 punti.

La gara inizia molto lentamente con le due formazioni piuttosto bloccate a centrocampo, ospiti che però si fanno preferire per i maggior spunti offerti, con un centrocampo più corposo, nello Spezia si vede subito la difficoltà ad impostare. Al 22’ Jonathas da buona posizione impegna alla respinta Leali, sulla ribattuta l’azione viene interrotta per fuorigioco. Al 25’ Cisotti sulla corsia di destra  mette apprensione alla difesa aquilotta dopo che Moretti ingenuamente tarda il passaggio verso un suo compagno a centrocampo. Lo Spezia fa fatica a rendersi pericoloso, più concreto il Latina. Al 28’ ancora Jonathan che centralmente appena entrato in area di rigore cerca di piazzare il tiro ma si spegne a lato della porta difesa da Leali. Il primo tempo si chiude con ancora la formazione laziale pericolosa con Cisotti ma senza nulla di fatto.

Nella ripresa mister Mangia è costretto a cambiare l’infortunato Sammarco per Ferrari. Nel Latina mister Breda conferma la formazione iniziale. Sono proprio gli ospiti ad andare in vantaggio sul filo del fuorigioco, difesa aquilotta poco attenta e rete di Cisotti con un abile pallonetto. Gara tutt’altro che facile per i padroni di casa. Al 12’st ancora Latina con il raddoppio firmato da Crimi: bravo a raccogliere un assist preciso di Jonathas che mette scompiglio sulla corsia di sinistra, accentrandosi e nonostante la carica subìta, serve il suo compagno per il raddoppio. Lo Spezia a questo punto non ci sta e accorcia le distanze su una bella combinazione da destra Moretti-Baldanzeddu con quest’ultimo che mette in mezzo per la testa di Ebagua che trafigge l’incolpevole ex Iacobucci. La gara ora è molto aperta con diverse azioni per parte ma è sempre il Latina a essere più concreto: tra il 33’ e il 35’ il neo entrato Ricciardi spreca da buone posizioni la possibilità della segnatura. Lo Spezia non riesce a contenere gli avversari, troppo veloci nelle loro ripartenze. Infatti al 35’ ecco la terza segnatura che di fatto chiude il match: Figliomeni si trova in area spezzina al posto giusto, al momento giusto e trafigge beffardamente Leali, con la difesa impreparata. A questo punto gli aquilotti si riversano in avanti lasciando scoperta la difesa e dando la possibilità ai laziali di ripartire in contropiede. Al 48’ ecco il poker laziale servito da un abile invitante assist del neo entrato Ghezzal per Jonathas che trafigge con l’aiuto del palo interno Leali. Partita tutta da dimenticare in casa Spezia; nonostante questo finisce il girone di andata a quota 30 punti non male; per il Latina la conferma di un ottimo campionato da neo promossa dopo l’arrivo in panchina di mister Breda. E adesso la sosta di gennaio con il mercato e la possibilità dei correttivi. Per il campionato appuntamento a fine gennaio, in casa Spezia da ricordare un appuntamento con la storia: il 15 gennaio al “Meazza” contro il Milan per gli ottavi della coppa Italia Tim. Buon 2014, che sia un buon anno per tutti!

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.