Michela Cortini (IDV): disoccupazione giovanile in crescita.

Oggi siamo in un periodo in cui controllando i dati giorno dopo giorno si può notare come il tasso di disoccupazione giovanile cresca sempre più. In qualsiasi città da Nord a Sud decine di giovani trovano il coraggio per lasciare il nostro paese e andare altrove, Germania, Inghilterra, ovunque le prospettive del loro futuro siano migliori. Ma ci sono anche giovani che questo coraggio non riescono a tirarlo fuori e si abbandonano a loro stessi convinti che una soluzione, una via di uscita non esista. Chi pensa che la disoccupazione sia solo un problema riguardante l’ economia commette un gravissimo errore.
La disoccupazione, prima ancora che un problema economico comporta un problema morale, un problema di perdita di valori. Diffonde nei giovani, che provano di inserirsi nel mondo del lavoro per costruirsi un avvenire, un senso di vuoto e di disperazione, che spesso porta anche nei ragazzi più entusiasti un sconforto dal quale può scaturire ogni tipo di reazione.
Centinaia di laureati dopo anni di studio si vedono chiudere in faccia le porte del lavoro quasi come se gli sforzi fatti per ottenere quel titolo da loro tanto ambito non serva più. Mi accorgo, continua Michela Cortini, responsabile provinciale laboratorio giustizia dell’IDV, di come il sogno di una casa e di una famiglia svanisca ogni giorno di più lasciando solo la speranza di trovare un lavoro per “sopravvivere“. Ci chiediamo, cosa altro deve succedere per muovere qualcosa in questo paese?

Michela CORTINI IDV La Spezia

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.