Luca Riccardi: anche l’attore Matteo Taranto si è allenato con noi

Da settembre 2013, quando Il tecnico federale Luca Riccardi ha avuto il piacere di condurre i corsi di pugilato nella palestra delle ex scuole medie del Favaro (La Spezia ), si sono susseguiti vari impegni agonistici, è nato un gruppo di bambini, amatori e agonisti che praticano la noble art. Ed è cominciato anche un percorso significativo anche per quanto riguarda il sociale; l’associazione, autofinanziandosi, ha rimesso a nuovo la palestra con sacchi, sala pesi e persino un ring smontabile. Nel susseguirsi dei mesi l’attore spezzino Matteo Taranto ha iniziato il percorso di immedesimazione in un pugile nella fiction Il Restauratore 2 con Lando Buzzanca, per la regia di Enrico Oldoini,  preparandosi questa estate con Roberto Carli e proseguendo sempre qui alla palestralavoro; Matteo sarà sempre gradito ospite del Favaro boxingteamriccardi.

Un ruolo importante per la ripresa delle attività è stato giocato da: Giovanni Valdettaro, che racconta di quando, da bambino, vedeva il grande Bruno Visentin e sognava; Emiliano Bosio; la pugilistica Varese Ligure.

«Penso spesso che se non avessi avuto la boxe sarei impazzito – afferma Luca Riccardiperché allenarsi sul ring ti dà solidità: lì non sei più teso, non devi pensare che chi ti è vicino possa all’improvviso tradirti. Sai come ci si batte. Come si vince e come si perde. Allenarsi, sbagliare. Di nuovo allenarsi, stancarsi, resistere, prendere cazzotti e sentire crampi. Ogni errore fatto in allenamento è un errore in meno che farai nell’incontro successivo. La boxe è stata aria per me, ossigeno. La boxe è come un gioco di piccole cose, come gli anelli di una catena di una bicicletta. Non è questione di essere grossi e forti, è un’ equazione: velocità per peso uguale potenza, e non forza. E’ una questione di rispetto e di resistenza e queste sono cose che vengono dalla mente e dalle gambe, non dai muscoli delle tue braccia, e non certamente perché pensi di essere un duro.
Attraverso il pugilato l’allievo raggiunge autodeterminazione e autocontrollo, una maggiore sicurezza di se stesso capacità di accettare l’altro e di cooperare in compiti comuni

www.lucariccardiboxingteam.it

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.