Spezia, intanto sabato trasferta a Varese

Lo Spezia si riaffaccia al campionato dopo il pareggio a reti inviolate nel posticipo serale di lunedì scorso contro l’Avellino. Rotta su Varese, la prossima partita. Quel Varese dell’ex Ebagua da una parte, del portiere spezzino Bastianoni, a difesa della porta lombarda; poche settimane fa poi lo staff tecnico “parlava spezzino” con mister Sottili e il preparatore dei portieri Rollandi, poi ecco arrivare l’esonero e ora quel mister Gautieri, la scorsa estate che si vociferava essere uno dei papabili a sedere sulla panchina aquilotta.

Nel frattempo l’ambiente aquilotto è sempre concentrato a preparare la storica trasferta di coppa Italia a San Siro quando al “Meazza” mercoledì 15 gennaio farà visita al Milan dei Balottelli, Montolivo, Robinho, Kakà e tanti altri. Si prevede un esodo come ai bei tempi: oltre tremila spezzini a presenziare ad un match non qualunque da queste parti, un po’ come accadde nell’estate del 1988 quando lo Spezia del presidente Mastropasqua pur avendo il turno casalingo, scelse di emigrare nella vicina Livorno per la maggior capienza dell’impianto, ed ospitare il Napoli di Maradona, Careca, Alemao. Poi si vocifera che lo Spezia stia pensando a rifare per l’ennesima volta, il manto erboso: manca l’ufficialità ma a gennaio si dovrebbe rifare il terreno di gioco trasformandolo in un misto tra sintetico ed erba naturale, pronto per il girone di ritorno del campionato, grazie sempre ai denari di “patron” Volpi, staremo a vedere, intanto sabato c’è Varese-Spezia: basta e avanza.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.