313-2013 L’editto di Costantino e l’idea di tolleranza

Domani, giovedì 12 dicembre presso il Museo Lia si terrà il primo appuntamento del progetto “313-2013 L’editto di Costantino e l’idea di tolleranza”  in ricordo dell’Editto di Costantino a 1700 anni dalla sua promulgazione (313-2013)

E’ il primo di una  serie di appuntamenti con cui  La Spezia  vuole ricordare questo evento attraverso una serie di incontri tra le Comunità spezzine, originarie e non, così da coinvolgere tutti in una riflessione collettiva che trova nell’Editto di Costantino un punto di partenza per capire l’importanza della tolleranza anche nel mondo di oggi.

La prima giornata è appunto giovedì 12 dicembre  e avrà inizio alle ore 16 con il seguente programma:

– ore 16 presentazione del calendario di eventi in onore di Costantino che si svolgeranno al Museo Lia di La Spezia nel biennio 2013-2014;

– ore 16,45 spettacolo di “teatro di narrazione” dal titolo  “LIBERI ? tra discriminazione-tolleranza-adesione- scelta”, testo e voce di Giorgia Minchella, azione scenica Associazione Labulè. Si tratta di una lezione aperta di improvvisazione teatrale che coinvolge bambini e adulti nella rappresentazione, con gli strumenti propri del teatro, con gli strumenti propri del teatro, il lungo percorso evolutivo che ha condotto dalla discriminazione delle religioni diverse da quella di Stato  fino alla comprensione contemporanea dell’esperienza religiosa.

– ore 17,45 apertura del “Banchetto delle Comunità” con i dolci delle feste preparati dalle Comunità che animano da oltre vent’anni il COMITATO SOLIDARIETA’ IMMIGRATI questa particolarissima esperienza a favore della solidarietà e dell’integrazione.

Il progetto è realizzato da Comune della Spezia, Museo Civico “A. Lia” Comitato solidarietà immigrati,  Consulta delle comunità delle Religioni. Nasce, inoltre, in accordo con le iniziative messe a punto dal Museo Diocesano di Massa – Diocesi di Massa Carrara – Pontremoli in corso presso le sedi museali diocesane di Massa e a cui il Museo Amedeo Lia ha contribuito con un prestito di otto proprie opere. 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.