Renzi ha vinto, viva Renzi! Ma Federici che c’azzecca?

A Spezia domani si festeggia la vittoria di Renzi. Festa di partito – direte voi –
No. Festa solo dei renziani.
Così mentre dappertutto si fanno appelli all’unità e ci si scambiano baci e abbracci, qui c’è già l’aria della resa dei conti.

E allora facciamoli un po’ di conti: a Spezia città, Cuperlo fa il miglior risultato della Liguria (29), mentre Renzi fa il peggiore (54) e in generale uno dei peggiori d’Italia. Diciamo che forse alcuni dei renziani dell’ultim’ora, magari proprio quelli che domani s’intesteranno la vittoria, col fatto che son saliti sul carro dopo aver appoggiato Bersani, prima, ed essersi dichiarati pentiti, poi, magari hanno frenato proprio loro la corsa del sindaco di Firenze nella nostra città…
Dunque perché festeggiare “da soli” e non invitare anche gli altri del partito? Perché trasformare una grande festa della partecipazione di tutti in festino tra “amici” in cui “non si fanno prigionieri”?
Perché non ringraziare i volontari? Perché non ringraziare chi, come me, è andato a votare, facendo di Spezia la seconda città della liguria per affluenza, sganciando i due famosi euro, facendo la fila e votando Civati o Cuperlo?
Niente civatiani e cuperliani ma solo renziani, domani la festa è solo la loro, a deciderlo “Raffaella Paita, Renzo Guccinelli, e i sindaci della provincia che hanno sostenuto Renzi” – così recita il comunicato spedito dalla posta di Federici. Quel Federici – sindaco – che ha appena incassato un’insufficienza dall’ultimo sondaggio, sul suo operato, e preso un sonoro ceffone nella sezione di Pegazzano, dov’era andato a perorare la causa Renzi (vedi qui).
La festa sarà con lui. Ma che c’azzecca?

 

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.