Ritorna la “Fattoria in città”

Domenica 24 novembre dalle 9 del mattino alle 19 la Piazza del Mercato della Spezia ospita la nona edizione della “Fattoria in città”, Fiera mercato dei produttori dell’ormai celebre triangolo del gusto composto dai territorio della Spezia, Massa-Carrara e Parma.

Ci saranno 82 aziende del settore agroalimentare, con diverse tipologie di prodotti (farina di castagne e di mais, miele e derivati, patate, vino, olio, carni, latticini, ortofrutta, erbe aromatiche), 10 aziende del settore artigianale con ceramiche alimentari, vimini, lana, pelle, legno e 7 aziende del settore zootecnico.

Non mancheranno i laboratori per grandi e piccini: “Le buone merende: pane e olio, pane e marmellata” organizzato da Slow Food presso il Museo Etnografico, “Mani in pasta: dal chicco di grano alla pasta fatta in casa”, “Onoterapia: un asino per amico – Incontro e socializzazione con l’asino”, “Orto in Città – Chi semina… raccoglie” e Truccobimbo organizzati dalla Fattoria Biologica Didattica del Carpanedo, il “Battesimo della sella” a cura del Circolo Ippico sarzanese, la rievocazione storica della trebbiatura e con esposizione di mezzi agricoli d’epoca a cura dell’Associazione Trebbiatori della Val di Magra e la dimostrazione di taglio con legname proveniente dai boschi della Val di Vara da parte dei Boscaioli della Val di Vara.

Sono 9 anni – ha detto questa mattina il Commissario straordinario della Provincia della Spezia Marino Fiasella durante la conferenza stampa di presentazione – che questa manifestazione porta nel centro cittadino il mondo agricolo. Adulti e bambini possono osservare da vicino la natura e il lavoro dell’uomo, comprendendone le meraviglie e la fatica. La Fattoria in città è stato il punto di partenza per il percorso di avvicinamento del mondo agricolo a quello cittadino ed è nata con l’obiettivo di sensibilizzare le persone rispetto ai temi dell’educazione alimentare e della biodiversità.”

Il Comune della Spezia – ha sottolineato l’Assessore alle Attività produttive Corrado Moriha ritenuto di promuovere questa iniziativa proprio perchè connette il lavoro della campagna con il mondo cittadino e scandisce, ormai tradizionalmente, l’inizio delle festività natalizie. La cornice in cui si svolgerà la manifestazione sarà infatti molto suggestiva con l’accensione delle luminarie e la musica. Siamo particolarmente attenti alle politiche di educazione al consumo e del km zero. Ci sono mercatini, come quello dell’Umbertino e di Piazzale Kennedy, divenuti appuntamenti di grande richiamo e stiamo lavorando per organizzarne altri visto il grande interesse dei consumatori rispetto a sapori e tradizioni di qualità.”

Presenti alla conferenza stampa tutte le associazioni che collaborano alla manifestazione: SlowFood, Fai Cisl, Cia, Confagricoltura, Cif, Coldiretti.

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.