Doggy-Bag, portavoce della filosofia del “non spreco”

Per combattere lo spreco alimentare, l’originaria Doggy-Bag nasce come semplice contenitore per trasportare il cibo per il cane nei Paesi anglosassoni. Immediatamente gli utilizzatori capiscono che le potenzialità dell’usanza e dell’oggetto sono molto più ampie e la Doggy-Bag oggi non è più una semplice borsa bensì un servizio che permette ad ognuno di portare a casa gli avanzi del proprio pasto. Nel mare magnum degli usi e dei costumi in continua evoluzione diventa un contenitore ad hoc, che finalmente arriva anche in Italia con un contenitore per il cibo, ad uno o due scomparti, chiuso ermeticamente da un coperchio e adatto al forno microonde. Contenitore e coperchio, svuotati e ripuliti, sono riutilizzabili. Una linea semplice ma elegante ed il marchio registrato Doggy-Bag ne attesta l’autenticità, portando con se una vera rivoluzione nel mondo del food.

La Doggy-Bag ha lo stile di una shopper e funzionalità multipla; l’involucro in carta resistente è caratterizzato da linearità della forma e colori vivaci, personalizzato poi dal logo unico e inconfondibile, mentre due pratiche impugnature in corda consentono di trasportarla comodamente, non solo a casa o in ufficio, ma anche durante la tua giornata di shopping. Per le bottiglie il sacchetto è studiato su misura, in modo tale da consentire un trasporto comodo e sicuro, senza rischiare che il vino si rovesci. In questo modo, anche chi è consapevole di non poter bere un’intera bottiglia a tavola, può sentirsi libero di ordinare il vino potendo finire di berlo a casa in un altro momento.

La Doggy-Bag è disponibile in ristoranti, fast-food, pub, pizzerie, hotel e servizi di catering che desiderano offrire un servizio in più al cliente e sono riconoscibili dal logo visibile sulla vetrofania o all’interno del menù. I locali aderenti sono elencati sul sito www.doggy-bag.it

.

Inoltre, tutti i ristoranti, hotel, associazioni, persone private etc che aderiscono al progetto, contribuiscono a sostenere enti no-profit e iniziative umanitarie sociali dedite a sfamare le persone in difficoltà e curare e difendere la vita di cani abbandonati. Per l’anno 2013 gli enti confermati da Doggy-Bag sono la ASL Veterinaria di Milano, per il recupero e la cura di animali bisognosi ed in difficoltà e la Fondazione Fratelli di San Francesco D’Assisi Onlus (www.fratellisanfrancesco.it) per la loro mensa cittadini in aiuto delle persone che purtroppo non possono permettersi nemmeno un pasto caldo.

Quindi iniziate a dire addio a “schiscette” fai-da-te e d imbarazzi al ristorante, contribuendo ad non sprecare cibo e diminuendo lo smaltimento dei rifiuti. E gli sposi, nel giorno del loro matrimonio, potranno fare come la regina Elisabetta d’Inghilterra che dopo il matrimonio di William e Kate ha fatto recapitare a tutti gli invitati la doggy-bag della torta nuziale! Alla fine di un buffet lasciate a disposizione degli invitati delle Doggy-Bag, magari personalizzate con i vostri nomi, permettendo loro di portarsi a casa quel che non è stato mangiato.

Info e contatti sul sito www.doggy-bag.it

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.