Forcieri: primo mandato faticoso, spero che il secondo sia più tranquillo

Lunedì 11 gli è stata ufficializzata la riconferma a Presidente dell’Autorità Portuale e stamattina Lorenzo Forcieri ha incontrato la stampa al Porto Mirabello. Visibilmente soddisfatto e sorridente, Forcieri ha parlato del mandato appena trascorso, definito “faticoso” , ma positivo e si è augurato che i prossimi anni siano più tranquilli. “Vogliamo lavorare in concordia: ben venga il dialogo, accettiamo anche le critiche, purché non siano non costruttive” ha dichiarato: un velato riferimento alle pressanti critiche dei Comitati di cittadini del Levante. Il presidente inizia subito a lavorare, perché tante sono le cose da fare e i progetti; il primo ha preso il via già oggi: si tratta dell’operazione di dragaggio e bonifica del bacino di evoluzione (un appalto da 23 milioni di euro) e il secondo, ratificato ieri, che trasferirà i controlli doganali a Santo Stefano. E poi è prevista la realizzazione del Piano regolatore portuale, con la fascia di rispetto e, a seguire, Waterfront e ampliamento della stazione crocieristica.

Da 11 anni non riceviamo soldi dallo Stato” continua Forcieri, che rivendica il grande lavoro svolto nei precedenti quattro anni, realizzati con le entrate dirette, grazie alla Cassa depositi e prestiti e attraverso il tanto criticato accordo con la Contship. Il lavoro di Forcieri, però, non si ferma a Spezia: infatti lunedì prossimo andrà a Roma per incontrare l’Amministratore delegato di Trenitalia, Mauro Moretti. Sugli argomenti di discussione Forcieri non si lascia andare a grandi rivelazioni, promettendo che farà sapere dopo l’incontro; fa sapere solo che parleranno dei binari portuali.

Grandi progetti e grandi promesse, dunque. Il secondo mandato inizia all’insegna dell’ottimismo.

[vsw id=”gk43GbKvq_8&feature=share&” source=”youtube” width=”425″ height=”344″ autoplay=”no”]

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.