Max Manfredi si affida al crowdfunding per la realizzazione di “Dremong” il suo prossimo album

L’artista genovese Max Manfredi, Targa Tenco 2009 come miglior disco dell’anno con Luna Persa (oltre 6000 copie vendute), ha da poco avviato una campagna di raccolta fondi, attraverso la piattaforma MusicRaiser, per realizzare il suo nuovo album, chiamando a raccolta i suoi estimatori e gli amanti della canzone d’autore. C’è tempo fino al 5 dicembre 2013 per contribuire (con quote a partire da € 5,00) alla realizzazione del nuovo album che avrà come totem il “Dremong” – l’orso tibetano – e l’inquietudine come musa ispiratrice per quattordici canzoni inedite senza tempo (http://www.musicraiser.com/projects/1615).

«Dremong sarà un album prodotto da me, dai miei musicisti, dal fonico, da tutti coloro che stanno dedicandovi tempo e lavoro… e da voi, da tutti che mi seguite, amate le mie canzoni o ne siete incuriositi, e pensate che valga la pena che io continui a comporle e cantarle». – commenta Max Manfredi dalle pagina di MusicRaiser – «I 9000 euro che chiediamo serviranno a integrare le spese di produzione, stampa e per i “regali”» – ossia le ricompense ideate e proposte abbinate al cd, come la T-shirt in stile “Dremong” o alcune rarità come libri pubblicati dallo stesso Manfredi e un cd attualmente fuori produzione disponibile in copie limitate. Max conclude confidando nella «VIRALE benevolenza» inteso naturalmente nella diffusione della notizia in rete, che ad oggi, solo con il passaparola in rete (buzz) e tra gli amici, conta quasi €5000,00 con una percentuale di oltre il 50% del budget minimo prefissato e con più di 1000 condivisioni nei social network del video abbinato alla presentazione su MusicRaiser.

[vsw id=”LGQtxVjDSZg” source=”youtube” width=”425″ height=”344″ autoplay=”no”]

 “Dremong” sarà un disco trasversale: progressive solo nei timbri, nostalgico della world music europea, affamato di accenni rock. In sostanza, è un album fatto da musicisti, con canzoni originali e inconfondibili, realizzate con passione artigianale senza imposizione di confini.Vagabondo dalla musica al teatro, dalla letteratura alla didattica, intellettualmente nomade, Max Manfredi è un fine artigiano di musica e parole, uno dei pochissimi artisti della canzone che vale la pena di conoscere ed amare oggi. Sulla scena da oltre vent’anni, Max Manfredi racconta di viaggi, climi, città e metropoli, storie d’amore e di disincanto, prende a schiaffi e carezze, evoca scene meridiane o crepuscolari in cui per riconoscersi basta un minimo di abbandono.

 

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.