PRC ha aderito alla Giornata Nazionale contro gli sfratti e la service tax

Oggi, giovedì 10 ottobre, Rifondazione Comunista ha aderito, anche alla Spezia, alla giornata nazionale contro gli sfratti e la service tax, indetta dall’Unione Inquilini. Riteniamo che il governo Letta stia imbrogliando i lavoratori e i pensionati. A gran voce ha annunciato che toglie I’IMU sulla prima casa. E‘ una truffa! Nel 2014 I’IMU si chiamerà “SERVICE TAX”, una tassa che riunirà quelle su rifiuti e servizi comunali. Lavoratori e pensionati, proprietari della sola prima casa, pagheranno nuovamente la stessa tassa con un altro nome. In più, la SERVICE TAX sarà pagata anche dagli inquilini: almeno 1000 euro l’anno. Questo avviene mentre il Governo ha abolito l’IMU anche per le case di lusso, per i costruttori/palazzinari: un vero regalo da almeno 250 milioni di euro alla speculazione e alla rendita immobiliare. Intanto la crisi picchia duro sui lavoratori, che non riescono a pagare l’affitto o il mutuo sulla prima casa. Solo nel 2012 ci sono stati 70 mila nuovi sfratti di cui oltre 60 mila per morosità incolpevole. Chiediamo una nuova politica sociale della casa e di far pagare chi i soldi ce li ha:

– sospensione di tutti gli sfratti e dei pignoramenti per insolvenza da mutui;

– un vero piano casa con almeno 700 mila case popolari utilizzando il patrimonio pubblico in disuso;

– la tassazione fortissima dello sfitto e il contrasto al canone nero;

– l’eliminazione di ogni tassa sulla casa ma solo peri lavoratori, i pensionati, i precari e i disoccupati, non per le grandi ricchezze e i palazzinari;

– l’introduzione di una tassa sui grandi patrimoni oltre i 700.000 euro, che darebbe un gettito superiore all’Imu e colpirebbe solo il 10% più ricco della popolazione.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.