Prevenzione a gonfie vele, seconda edizione

 

 

Il 4 Ottobre p.v. al molo Italia della Spezia avrà luogo la seconda edizione della manifestazione “Prevenzione a Gonfie Vele” per diffondere la conoscenza dei fattori di rischio personali per le patologie cerebro e cardiovascolari.

Tale manifestazione si svolgerà dalle 15,00 alle 18,30 a bordo della nave scuola A. Vespucci, messa a disposizione dalla Marina Militare . La manifestazione è organizzata dall’Associazione lotta all’ictus cerebri della Spezia (A .L. I. Ce La Spezia) in collaborazione con l’Associazione “LaSpeziaCuore”.

Sarà aperta alla popolazione che potrà cogliere l’occasione di visitare la nave , verificare i propri fattori di rischio per tali patologie, ricevere suggerimenti ed informazioni per migliorare il proprio stile di vita .

A bordo della nave sarà allestito uno stand sanitario con personale della S.C. di Neurologia per il controllo dei fattori di rischio dell’ictus .Potranno essere effettuati, in modo del tutto gratuito, controlli della glicemia, della colesterolemia, della Pressione Arteriosa, potrà essere effettuata la valutazione dell’Indice di Massa Corporea (IMC) con la misurazione del peso, dell’altezza e del girovita: fattori primari utili per diagnosticare una condizione di “rischio cardiovascolare” . Per i più a rischio potrà essere effettuato l’ ecocolordoppler dei tronchi sovraortici. Sarà possibile inoltre utilizzare una” clinica da polso”, dispositivo di Telemedicina, , in grado di controllare alcuni importanti parametri clinici, quale Pressione arteriosa, frequenza cardiaca, frequenza respiratoria , saturazione dell’ossigeno nel sangue, che andrà ad arricchire la gamma dei controlli usualmente effettuati nello stand dell’Associazione. A bordo del prestigioso veliero medici specialisti Neurologi, il primario della nostra Cardiologia ed un gruppo di Medici di Medicina Generale che si sono resi disponibili per arricchire il bouquet delle prestazioni erogabili.

“Ci corre l’obbligo di ricordare – riferisce il dr. Gian Pietro Montanari, presidente di ALICe La Spezia – che nel mese di Ottobre , precisamente il giorno 29, si celebra la Giornata mondiale dell’ictus cerebrale che non solo vuole diffondere la prevenzione come cura, ma anche la consapevolezza che l’ictus può essere prevenuto e che per quanti sono stati colpiti è possibile tornare alla vita di sempre, se curati adeguatamente nel tempo e sostenuti”.

Nella prevenzione della malattia è fondamentale conoscere i fattori di rischio personali – quali pressione alta, diabete e colesterolo alto -, essere fisicamente attivi ed esercitarsi regolarmente, evitare l’obesità, limitare il consumo di alcol, evitare il fumo e imparare a riconoscere i segni premonitori di un ictus. I più frequenti sono una improvvisa debolezza o insensibilità o comparsa di formicolii a una metà del volto, a un braccio o a una gamba oppure a tutta la metà del corpo, la perdita della visione da un solo occhio, un’improvvisa incapacità di esprimersi o di comprendere qualcuno che parla, una inspiegabile sensazione di vertigine, capogiro, sbandamento o un incomprensibile e anomalo forte mal di testa.”

“Vi attendiamo numerosi aiutateci ad aiutarvi”.

 

 

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.