Sea Shepherd Conservation Society ospite alla Festa della Marineria di La Spezia.

Sea Shepherd Italia Onlus è giunta all’appuntamento più atteso del calendario eventi 2013: dal 3 al 6 Ottobre sarà ospite alla Festa della Marineria di La Spezia, biennale di arte, cultura, scienza e tradizione, con una vasta area informativa, allestita con mostre fotografiche sulla storia e le Campagne portate avanti dall’Organizzazione, proiezione di filmati ed Info Point con merchandise ufficiale. L’Organizzazione è inoltre orgogliosa di annunciare la presenza di due importanti rappresentanti di Sea Shepherd Conservation Society: il Capitano Alex Cornelissen, Responsabile di Sea Shepherd Global e il Capitano Peter Hammarstedt, eroico Capitano della SSS Bob Barker.

E’ un onore che due tra i personaggi più importanti nella storia dell’Organizzazione, collaboratori insostituibili del Capitano Paul Watson, raggiungano il nostro Paese per mettere a disposizione del pubblico di questo prestigioso evento la loro lunga esperienza di azione diretta per la conservazione degli Oceani.

Questo il calendario:

VENERDÌ 4 OTTOBRE
Ore 18.00, Auditorium/Libreria del mare:
“Pastori del Mare”, Conferenza del Capitano Peter Hammarstedt e del Capitano Alex Cornelissen.

Ore 21.00, Auditorium/Libreria del mare:
Anteprima Nazionale del Film/Documentario “Galapagos” (in italiano), sull’attività che da anni Sea Shepherd porta avanti nel Parco Marino delle Isole Galapagos.

SABATO 5 OTTOBRE
Ore 17.00, Palco Radio Festa:
Incontro con il Capitano Peter Hammarstedt e il Capitano Alex Cornelissen.

DOMENICA 6 OTTOBRE
Ore 16.00, Main Stage, Cruise Terminal:
“I suoni del mare”, concerto di Luca Bassanese, artista molto attivo nel sociale, in sintonia con i movimenti ambientalisti e di impegno civile, considerato tra i più importanti nuovi esponenti della scena Folk Pop e Cantautorale Italiana e degli Anima Caribe, gruppo Reggae capace di dar vita ad atmosfere tropicali, attraverso i suoi miti, la sua filosofia ed il messaggio spirituale che da sempre accompagna la band.

Alex Cornelissen, nato in Olanda nel 1968, si avvicina a Sea Shepherd nel 2001, quando accompagna un amico all’imbarco sulla Ocean Warrior, nave dell’Organizzazione. Appassionato di subacquea, vegetariano e difensore dei diritti animali, Alex capisce subito che il suo posto è con Sea Shepherd e nell’estate del 2002 decide di lasciare il lavoro, vendere casa insieme a tutti i propri averi e di imbarcarsi sulla Farley Mowat. Nello stesso anno partecipa alla sua prima di numerose Campagne per la difesa delle balene in Antartide. Nell’aprile del 2003 viene promosso a Primo Ufficiale della Farley Mowat e pochi mesi dopo viene arrestato a Taiji, in Giappone, insieme ad Allison Lance, per aver liberato 15 delfini da morte certa nella Baia, con l’accusa di “interferenze nel settore commerciale”. Dopo 23 giorni di carcere, minacce ed intimidazioni, i due vengono rilasciati dietro pagamento di una multa di 8.000 dollari, 533 dollari a delfino. Dopo questa azione, il mondo viene a conoscenza del piccolo sporco segreto di Taiji. Nel marzo 2005 viene arrestato insieme ad altri dieci attivisti, durante la Campagna per salvare le foche in Canada orientale, con l’accusa di aver assistito al massacro dei cuccioli di foca senza il permesso necessario Nel 2006 diventa Comandante della Farley Mowat e, nello stesso anno, dopo 10 anni di vegetarianismo, decide di diventare vegano.

Nel 2007 viene nominato Coordinatore delle Operazioni alle Galapagos, e si impegna nella difesa di uno degli ultimi luoghi incontaminati del mondo. Nell’aprile del 2008 viene nuovamente arrestato in Canada, insieme all’allora Primo Ufficiale Peter Hammarstedt. Con Sea Shepherd ha preso parte a numerose Campagne in tutto il mondo e spesso le sue abilità di subacqueo sono state sfruttate per liberare animali intrappolati e per riparazioni alle navi. Attualmente ricopre l’incarico di Responsabile Esecutivo Globale di Sea Shepherd Global, che racchiude tutti i vari coordinamenti dell’Organizzazione nel mondo in un unico movimento globale per la difesa degli Oceani.

Peter Hammarstedt, nato in Svezia nel 1984 e cresciuto nel Regno Unito, si unisce a Sea Shepherd Conservation Society appena raggiunge la maggiore età, ovvero non appena è in grado di presentare la domanda per l’imbarco. Fervente sostenitore dei diritti degli animali, Peter crede che la loro capacità di soffrire, li renda del tutto uguali a noi. Dalla Costa del Labrador al continente Antartico, Peter ha navigato i sette mari cercando di richiamare il mondo all’azione. In questi anni ha contribuito a salvare moltissime vite sottraendole alla baleneria illegale, alla caccia alla foca e alle pratiche distruttive di pesca. Nei suoi anni in Sea Shepherd, Peter ha eliminato chilometri di reti illegali. è stato tenuto in ostaggio dai pescatori ecuadoriani, fisicamente attaccato dai cacciatori di foche, aggredito e arrestato dalla Guardia Costiera canadese (due volte), speronato da navi avversarie.

Tra una Campagna e l’altra ha portato a termine la laurea in Media e Comunicazione presso l’Università di Stoccolma e partecipato attivamente all’Alleanza Svedese per i diritti degli animali. Attualmente è il Capitano della SSS Bob Barker e, dal momento che il Capitano Paul Watson è costretto a restare in mare per evitare l’arresto, è portavoce ufficiale di Sea Shepherd, insieme al Capitano Alex Cornelissen.

www.seashepherdglobal.org

(Fonte: http://www.promiseland.it)

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.