Paolo Rumiz e lo spezzino Riccardo Carnovalini a Torino spiritualità

Il festival Torino spiritualità, in collaborazione con il Circolo dei Lettori ha ospitato un evento molto particolare: dal titolo La meta è nel passo. In solitaria da Alba a Torino. Un progetto di Paolo Rumiz e Riccardo Carnovalini

La meta è nel passo. Narrazioni Vagabonde è un progetto itinerante ideato da Torino Spiritualità e Paolo Rumiz che, dal 25 al 28 settembre, percorre da solo e in quattro tappe i 100 km che separano Alba da Torino. Camminare è un atto di scelta. Camminare è accorgersi che la meta non è l’altrove da cui ci separa una distanza, ma è disseminata lungo la strada, in ogni porzione di tragitto su cui posiamo il passo, nell’incontro con l’altro. Camminare è un viaggio che coinvolge anche il cuore, e lo trasforma.
Accompagnato dal fotografo ed esploratore spezzino Riccardo Carnovalini, durante il viaggio Paolo Rumiz raccoglie storie e si affida alla casualità degli incontri. Nelle diverse tappe del percorso i due camminatori sono ospiti dei residenti, offrendo in cambio una serata intima e informale di narrazioni, conversazioni e letture, alla quale i padroni di casa o l’associazione ospitante potranno invitare amici e appassionati.

Nella giornata di domenica 29 settembre il percorso si concluderà con lo spettacolo teatrale I Narrabondi che andrà in scena alle ore 15 presso il Teatro Carignano di Torino. Lo spettacolo, scritto e interpretato da Paolo Rumiz, con l’accompagnamento musicale di Ornella Serafini, Cristina Verità, Daniele Furlan e Alfredo Lacosegliaz, è il racconto di cosa succede nella mente, nel corpo e nella voce di chi cammina: una metamorfosi che trasforma l’andatura in felicità, ritmo e narrazione, risvegliando in noi un’oralità antica come il Mediterraneo.

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.