Lega Nord, discussione in Regione su Arcola

Si è discussa questa mattina, nella seduta di Consiglio Regionale della Liguria, l’interrogazione presentata dal capogruppo Lega Nord Francesco Bruzzone sul territorio nel comune di Arcola (SP), interessato da significativi problemi idrogeologici che hanno causato diverse frane tuttora in attesa di essere sistemate. Dopo avere sottolineato il disagio e pericolo per la cittadinanza, Bruzzone ha chiesto alla giunta “quali rimedi intendano adottare per eliminare le situazioni di disagio e pericolo a cui sono assoggettati i cittadini di Arcola”.

Per la giunta ha risposto l’Assessore all’Ambiente, Renata Briano, che ha premesso che “il Comune di Arcola ha un territorio in gran parte collinare ed è quindi connotato dalla presenza di numerosi dissesti. Inoltre, è sulla foce del Magra. Si tratta di due notevoli fattori di rischio. La viabilità minore, di interconnessione fra le diverse frazioni è costituita per lo più da rotabili a mezza costa che tagliano i versanti e che sovente sono soggette a problematiche di stabilità”. L’assessore ha quindi spiegato che “per quanto attiene la programmazione annuale degli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico, gestita annualmente dal Dipartimento ambiente, agli atti risultano tre richieste per interventi strutturali di sistemazione frane relative alle annualità 2008-2010. Tali richieste si riferiscono alla necessità di realizzare interventi di consolidamento della sede stradale nella frazione Trebiano, in tre diversi settori dell’infrastruttura stessa. Nessuna delle tre richieste è stata ritenuta ammissibile per l’inserimento nel piano triennale degli interventi, in quanto la documentazione allegata risultava carente e, comunque, gli interventi previsti si configuravano come opere di ripristino dell’infrastruttura viaria piuttosto che come interventi di bonifica di movimenti franosi e non risultavano, quindi, coerenti con le finalità della legge. Per quanto riguarda i tempi più recenti, cioè l’ultima fase piovosa tra l’inverno e la primavera scorsa, non risultano agli atti dell’ufficio segnalazioni di sorta pervenute dal Comune in questione. Non ci sono, quindi, nuove segnalazione da parte degli Enti competenti, né da privati circa eventuali evoluzioni della situazione a rischio e neppure ulteriori richiesti di finanziamento per interventi di mitigazione da parte del Comune”.

“Sto provvedendo a presentare ulteriori interrogazioni inerenti specifici problemi relativi all’assetto idrogeologico di Arcola, uno dei pochi Comuni dove la popolazione è in crescita, e dove è necessario mantenere alta l’attenzione, nell’interesse della popolazione e del territorio”, ha ribadito il capogruppo Lega Nord Francesco Bruzzone.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.