Giornata di musica popolare del Sud Italia con Consorzio Popolare

Sabato 14 settembre Ca’ Bianca B&B e Associazione Culturale IL MANDALA organizzano, presso il Bed&Breakfast Ca’ Bianca (Via Montavecchia, 38 – Fosdinovo), una giornata all’insegna della musica popolare del Sud Italia con il gruppo Consorzio Popolare: alle ore 17.30 laboratorio di danze della tradizione meridionale e alle ore 19.30 concerto con apericena a buffet.

Una festa fatta di passi e movenze antiche, di ritmi trascinanti e ipnotici, espressione dell’antico mondo rurale vincolato ai cicli delle stagioni e al rapporto vitale con la terra; espressione di credenze magiche e simbolismi (rapporto con la terra e le radici, comunicazione e relazione, integrazione degli opposti maschile/femminile, ecc.).

Il laboratorio ed il concerto saranno tenuti dal gruppo Consorzio Popolare: Eleonora Baldessari (danza), Paola Perrone (danza), Gianluca Carta (tamburi, organetto, chitarra battente), Francesco Crudo (organetto, flauti).
quota di partecipazione per il laboratorio 15 € (comprensiva di tessera annuale)

ingresso al concerto con apericena 15€ (comprensivo di tessera annuale)
per chi viene in coppia (coniugi, amici, parenti) 20€ anzichè 30€
per chi partecipa al laboratorio 5€

Prenotazione obbligatoria!
Informazioni
Associazione Mandala
cell. 349.1249090
e-mail: info@mandalass@libero.it

CURRICULA ARTISTI “CONSORZIO POPOLARE”
GIANLUCA CARTA
Nasce a Dorgali (NU) nel 1978.
Polistumentista. Si avvicina allo studio delle percussioni (in particolare tamburi a cornice) mosso dal valore terapeutico della musica.
Entra a far parte della Compagnia teatrale Bologna By Now, diretta da Mamadou Dioume e crea musiche originali per gli spettacoli che la compagnia porta in scena nei teatri di tutta Italia (“Fiabe sarde”, ispirato all’opera di Dolores Turchi; “Il Malinteso” di Camus; “Sarah Kane”).
Collabora con la Compagnia Sardanza per la performance teatrale “I sette vizi capitali”; con la casa editrice Bohumil per “Luce Lupa”, presentazione del libro di Franco Iannelli; con il pittore Bruno Fronteddu alla ricerca di elementi di fusione tra musica e pittura; con l’attrice Elena Guerrini per lo spettacolo “Orti Insorti”.
Si avvicina alla musica popolare nel 2000, suonando dapprima con I Pagido, gruppo di tradizione garganica. Nel 2007, dall’incontro con Alberto Mammollino, nasce il progetto della Paranza Ammiscata.
Collabora dal 2009 con la Scuola TarantArte di Maristella Martella, partecipando come musicista ai corsi e agli spettacoli che la compagnia presenta in tutto il territorio nazionale.
Approfondisce le ricerche della tradizione musicale del Sud Italia e del Mediterraneo, seguendo stage con Antonio Are (canto a tenores sardo), Salvatore Panu e Donatello Pisanello (organetto), Fabio Melis (launeddas), Fabio Tricomi (frame drum).
Si avvicina inotre, negli ultimi anni, alle sonorità orientali approcciandosi allo studio degli strumenti persiani daf e tar con Darioush Madani.

FRANCESCO CRUDO
Calabrese, della famiglia Crudo, ultima depositaria della musica etnica dell’area del Poro, che ha dato origine alla Fanfara Fiorita, baluardo della tradizione musicale popolare calabrese.
Inizia sin da bambino, seguendo l’insegnamento dello zio ‘Cicco’ e di Michele Monteleone, a suonare percussioni e fiati all’interno della Fanfara, prendendo parte ai maggiori eventi legati alle feste patronali di tutta la Regione.
Trasferitosi a Bologna, si approccia allo studio dell’organetto, seguendo seminari con Giuseppe Belcastro e Donatello Pisanello, organettista degli Officina Zoè.
Inizia a studiare la zampogna frequentando il laboratorio di liuteria del M° Paolo Simonazzi.
Si avvicina inoltre alle danze popolari del Sud Italia (tarantella calabrese, pizzica e tammurriata), frequentando corsi presso la Scuola TarantArte di Bologna e seguendo diversi stage.
Dal 2008 inizia la collaborazione con il gruppo di musica popolare Paranza Ammiscata.

ELEONORA BALDESSARI
Dopo una breve parentesi di studi teatrali, si avvicina alla danza nel 2008 con lo studio della danza orientale e in seguito di diverse danze di matrice popolare (danza afro-cubana; danze irlandesi, scozzesi e bretoni; danze rom; tango argentino).
Nel 2009 si iscrive alla Scuola TarantArte di Bologna, frequentando il corso di danze popolari del Sud Italia (con Silvia De Ronzo, danzatrice) e successivamente il laboratorio di teatro-danza (con Maristella Martella, danzatrice e direttrice di TarantArte). Partecipa negli anni a diversi stage di approfondimento di queste danze (seguendo alcuni tra gli esponenti più autentici del movimento di riscoperta delle tradizioni salentina, garganica, campana e calabrese) ma il suo vero terreno di apprendimento sono le feste popolari, sacre e/o profane, che frequenta con grande passione e spirito di ricerca.
Nell’estate del 2010 partecipa alla residenza artistica tenuta da Maristella Martella a Corsano (LE), prendendo parte agli spettacoli Corti Mediterranee (Montesano Salentino) e Popoli – Global Melting Pot Festival Salento (Corsano). Da questi incontri seguiranno altre occasionali collaborazioni con la compagnia di danza di TarantArte.
Dal luglio 2010 è danzatrice stabile nel gruppo di musica popolare del Sud Italia Paranza Ammiscata e collabora occasionalmente con diversi altri gruppi musicali.

 

PAOLA PERRONE
Da sempre interessata allo studio sul corpo attraverso il movimento, segue un percorso parallelo di formazione coreutica e studi universitari, laureandosi nel 2005 in “Storia della danza e del mimo” con una tesi sull’analisi di una performance di Kazuo Ohno, danzatore butoh.
Dopo un percorso giovanile dedicato alle arti marziali, inizia a studiare danza moderna, contact e laboratori di analisi del movimento, contemporanea, butoh, afro senegalese, tango, flamenco e bharata natyam.
Segue stage con Daniela Borghini, Wes Veldink, Mwula Sungani (modern jazz), Yoshito Ohno (butoh), Mauro Astolfi, Eugenio Buratti (moderno contermporaneo), Haru Kugo (bharata natyam).
Si avvicina alle danze popolari nel 2008, seguendo corsi presso il centro di produzione e formazione danze del Mediterraneo TarantArte di Bologna (prima Taranta Power), sotto la direzione artistica di Maristella Martella, partecipando a spettacoli in tutta Italia e danzando nel 2011 per il Festival di Danza Contemporanea Oriente Occidente a Trento.
Danzatrice stabile del gruppo di musica popolare Paranza Ammiscata, collabora occasionalmente con altre formazioni musicali del mondo popolare.

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.