Lerici legge il mare, giornata conclusiva

Domenica 8 settembre terza e ultima giornata di Lerici Legge il mare, la rassegna di letteratura e cultura marinaresca che quest’anno ha navigato insieme ai pionieri di mare.

La mattina, ore 10, durante la Conferenza La scuola del mare, nella quale verranno raccontate le esperienze educative attraverso la navigazione, verrà consegnatoall’Unione Italiana Vela Solidale il Premio istituito alla Società Marittima di Mutuo Soccorso “Solidarietà in Mare”. A ritirare il premio il presidente nazionale UVS Enzo Pastore.

Nel pomeriggio incontro con la velista Susanne Beyer, classe 1978. Rappresentante di una nuova generazione di ragazze al comando che in pochi anni ha sfatato tutti i luoghi comuni sul ruolo delle donne a bordo. Non è un caso che Susanne abbia battezzato Penelope la barca di 6,5 metri con la quale nel 2011 ha affrontato la Mini Transat, una delle regate atlantiche più dure. Penelope, nome simbolo della moglie del marinaio destinata ad aspettare tra le mure domestiche, è scesa in acqua a misurarsi con l’Oceano, la fatica della vela e agguerriti concorrenti maschi: risultato Susanne è stata la prima tra gli italiani a tagliare il traguardo, e la seconda donna in assoluto. L’esperienza l’ha raccontata nel libro La scia di Penelope che viene presentato alle ore 16, 30 in piazza Garibaldi dall’assessore Olga Tartarini.

Grande successo anche quest’anno per le crociere letterarie: tutto esaurito per le navigazioni nel golfo tra lettori e scrittori che proseguono anche domenica 8 settembre.

Il programma di domenica 8 settembre:

 

Ore 10 – Conferenza  La scuola del mare, esperienze educative attraverso la navigazione a vela.

 

Ore 10 – Per i più piccoli “”IL GRANDE GIOCO DEI PIRATI”, la caccia al tesoro tra le vie del borgo.

 

Ore 11,00 in piazza Garibaldi – Le emergenze in mare si possono prevenire. Ma come? Giulio Mazzolini nel suo libro spiega come utilizzando il metodo della Black Box si può mettere a punto un sistema di controllo e autoverifica che permette di ridurre le emergenze causate da distrazioni e dimenticanze. Un po’ di psicologia e tecnica marinara per migliorare la sicurezza a bordo.

 

Ore 12,00 – Sono gli invisibili del mare eppure vivono nel cuore pulsante delle navi: macchinisti e ufficiali di macchina. A loro è dedicato il romanzo Uomini neri di Guido Barbazza che trasforma questi oscuri protagonisti della moderna navigazione in eroi di una vicenda che prende le mosse dalla leggendaria Love Boat.

Ore 15,30 – Non il mare ma armatori senza scrupoli hanno ucciso il marito di Ranja Junakovic, scomparso nel naufragio della Seagull. Una tragedia personale che Ranja ha trasformato in una battaglia sociale per una legislazione a favore dei marittimi. La sua storia è stata raccolta da Liliana Lanzardo nel libro Non è il mare il mio nemico.  Introduce Margherita Manfredi.

Ore 16,30 Piazza Garibaldi – Susanne Beyer racconta la sua avventura alla Mini Transat e i progetti futuri. Introduce Olga Tartarini.

Ore 17. 30 – Le citta galleggianti di Italia Navigazione, cioè le grandi navi che hanno trasportato nel mondo migliaia di passeggeri nel corso di decenni sono protagoniste dell’incontro con Aldo Caterino condotto da Giuseppe Milano

FUORI PROGRAMMA – Non poteva mancare a Lerici Legge il mare un tributo a Fabrizio Trivella, il lericino che ha fatto il giro d’ Italia in canoa: da San Terenzo a Trieste pagaiando a bordo della sua canoa di quattro metri. Storie di un’impresa in solitario, pionieristica, nata dalla passione per il mare. Trivella racconterà la sua avventura alle 21 in piazza Garibaldi dove è stata esposta in questi giorni la canoa e la mostra fotografica dell’impresa.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.