Con-vivere a ritmo di tango e samba

L’America Latina dà il ritmo all’ottava edizione di Con-vivere.
Nella tre giorni del festival della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara spazio alle musiche ed ai balli del subcontinente americano.
Gli amanti del Tango, della Bossanova, della Salsa e di tutti i ritmi sudamericani sono avvisati: il programma musicale di con-vivere è pronto a soddisfare tutta la loro voglia di ascoltare (e ballare) buona musica nelle giornate del 6,7,8 settembre.
Sono quelle le date in cui si svolgerà l’ottava edizione della manifestazione – diretta dal Prof. Remo Bodei e dedicata quest’anno al tema “America Latina. Dal Messico alla Terra del Fuoco” – che presenta un ricco programma di concerti e spettacoli, accanto alle decine di altri eventi tra cui conferenze, tavole rotonde e proiezioni di film.
Si parte venerdì 6 settembre quando alle 20 al Centro Arti Plastiche Alberto Benicchi trio suonerà alcuni brani di Jobim, mentre alle 22.00 entrerà in scena nel cartellone del festival, uno dei grandi protagonisti della cultura dell’America Latina: il Tango. Lo spettacolo in Piazza Alberica vedrà sul palco i ballerini Adrian Aragon ed Erica Boaglio, accompagnati dal quintetto I Fiori Blu per “Mitico Tango”. Un percorso da Gardel a Piazzolla passando per le contaminazioni varie che questo genere ha attraversato in un emozionante viaggio sulle note da Buenos Aires a Parigi, toccando i più celebri brani che
hanno fatto la storia del tango. Per i “tangheri” quello di venerdì sera sarà un vero e proprio antipasto per potersi poi immergere ancora nelle magiche atmosfere di questo ballo con lo stage “E allora tango!” che il giorno dopo, sabato 7 settembre, vedrà ancora protagonisti Adrian Aragon ed Erica Boaglio in Piazza Battisti.
Prima di dedicarsi allo stage del giorno successivo, però, c’è ancora un grandissimo concerto da ascoltare nella giornata del 6 settembre: definito dalla critica “il più affascinante dei chitarristi brasiliani” Irio De Paula si esibirà alle ore 23:00 nel Cortile Istituto Figlie di Gesù. De Paula è riconosciuto nel mondo come uno dei più qualificati musicisti del genere: nella sua lunga carriera, (a soli sei anni già suonava alla radio di Rio in una band con i fratelli) ha suonato con i migliori musicisti del suo paese quali Paulo Moura, Baden Powell, Rauzinho, Dijalma Ferreira, Juarez a Chico Buarque.
Sabato 7 settembre altri due spettacoli, molto diversi tra loro, attendono il pubblico del festival. In Piazza Alberica dalle 21.30 ben 14 artisti saliranno sul palco per “Salsa All Stars”. Alfredo De La Fè violinista cubano, che ha trasformato il violino in un importante strumento della salsa e della musica latino americana e Rodry-Go! uno deipiù famosi musicisti colombiani saranno affiancati dai Mercadonegro, la più famosa orchestra di salsa a livello internazionale, per una serata di grande festa.

Alle ore 23.00, invece, al Cortile Istituto Figlie di Gesù un occasione imperdibile per scoprire l’artista, italiana d’origine ma itinerante per vocazione, Chiara Civello. Nel suo spettacolo Civello sarà affiancata dal chitarrista Guilherme Monteiro, in un concerto dedicato all’America Latina con un repertorio che spazia tra la canzone d’autore Brasiliana e la canzone autorale di Chiara Civello, il tutto con arrangiamenti tipici brasiliani.
Domenica 8 settembre il festival propone, prima del gran finale, ancora un’occasione per misurarsi con le danze latinoamericane. Alle ore 18, “E allora samba! E altri balli…” in collaborazione con le Assocazioni Cittadini del Mondo e Fasim. Uno stage aperto a tutti coloro che vogliono imparare e capire un po’ di più questi balli dai ritmi travolgenti. Alle ore 21.30 si terrà il tradizionale concerto conlusivo del Festival in Piazza Alberica. Con “Buena Vista Social Club – Grupo Compay Segundo” torna in Italia a dieci anni dalla scomparsa del suo leader la band più nota della musica tradizionale cubana. Compay Segundo, compositore e cantante che negli anni cinquanta ha fondato il leggendario gruppo, prima di morire scelse i suoi successori, affinché divulgassero la sua musica nel mondo: il gruppo di undici musicisti, di cui fanno parte due suoi figli Salvador e Basilio, ha scelto così di chiamarsi in omaggio al fondatore “Grupo Compay Segundo”.
Per l’ultima sera del festival ci attende quindi un concerto ricco di brani memorabili che porteranno tutta l’energia della musica tradizionale cubana e dove rimanere seduti alproprio posto sarà certamente un’impresa.
Tutti i concerti e gli spettacoli, come del resto tutti gli altri eventi di con-vivere, sono ad ingresso gratuito, ad eccezione dell’evento conclusivo “Buena Vista Social Club – Grupo Compay Segundo” (a pagamento. I settore 14 €, II settore 10 € + prevendita) per cui le prevendite sono già in corso. L’elenco dei punti vendita è disponibile sul sito www.con-vivere.it dove si troverà a breve anche il programma dettagliato della manifestazione.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.