Piazza Verdi, Salvatore Settis scende in campo in sua difesa

Il Comitato per Piazza Verdi ha lanciato nei giorni scorsi una petizione, firmata assieme a Legambiente e Italia Nostra, per difendere la Piazza. All’appello hanno aderito nomi molto importanti, tra cui:

Marco Parini, presidente nazionale “Italia Nostra”.
Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale “Legambiente”.
Salvatore Settis, archeologo e storico dell’arte, Accademico dei Lincei.
Riccardo Adami, (La Spezia) fisico, Politecnico di Torino.
Paolo Bensi, (La Spezia) chimico e letterato, professore di Strumenti e Metodi per la conoscenza e la conservazione del costruito, Dip. Scienze dell’Architettura, e di Storia delle Tecniche Artistiche, Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio, Università di Genova.
Antonio Bertoli, editore, artista, poeta e saggista, co-fondatore di “City Lights Italia”.
Fabio Carlini, (La Spezia) critico cinematografico.
Carlo Da Pozzo, (La Spezia) ordinario di Geografia, Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere, Università di Pisa.
Roberto M. Danese, (La Spezia) docente di Filologia Classica, Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”.
 
Vezio De Lucia, architetto, saggista, redattore e vicedirettore di Eddyburg.it, docente universitario, già Direttore Generale dell‘Urbanistica e membro del Consiglio Superiore dei Lavori pubblici.
Vittorio Emiliani, giornalista e scrittore, presidente del Comitato per la Bellezza.
Marco Ferrari, (La Spezia) giornalista e scrittore.
 
Franco Ferrini, (La Spezia) sceneggiatore.
Alberto Gabrielli, dottore forestale.
Serenella Iovino, professore di Etica, Dip. di Lingue e Letterature Straniere e di Culture Moderne, Università di Torino; membro del Comitato consultivo della “EASLCE European Association for the Study of Literature, Culture and Environment”; Research Fellow della Fondazione “Alexander-von-Humboldt”.
Tomaso Kemeny, poeta, anglista, già docente Università di Pavia.
Massimo Marino, critico teatrale, docente Conservatorio di Parma.
 
Michele Marsonet, preside della Scuola di Scienze umanistiche Università di Genova e prorettore agli Affari Internazionali.
Ettore M. Mazzola, architetto, professore di Urbanismo Tradizionale, Architettura e Tecniche di Costruzione, “The University of Notre Dame – School of Architecture”, South Bend (IN) USA, membro del Consiglio direttivo dell’IMCL “International Making Cities Livable.
Matteo Meschiari, antropologo del paesaggio, Università di Palermo.
Tomaso Montanari, professore associato di Storia dell’Arte Moderna, Dip. di Studi Umanistici, Università di Napoli “Federico II”.
Maria Rosa Montiani, artista e performer, docente di storia dell’arte.
Arrigo Petacco, (La Spezia) storico.
Paola Polito, (La Spezia) già lettrice Università di Copenaghen, coordinatrice “Laboratorio Internazionale sul Paesaggio” (San Biagio della Cima, IM).
Oliviero Ponte di Pino, art director “Book city”, Milano.
 
Massimo Quaini, geografo, già ordinario di Geografia, Università di Genova.
Alberto Roncaccia, italianista, Faculté des Lettres, Università di Losanna.
Paolo Rosa, artista visivo,  co-fondatore di “Studio Azzurro”.
 
Arturo Schwarz, storico dell’arte, saggista, collezionista, docente e poeta italiano.
Angelo Tonelli, (La Spezia) grecista, poeta, performer, autore e regista teatrale.
Flavia Trivella, giornalista, saggista e esperta del restauro architettonico.
Massimo Venturi Ferriolo, filosofo del paesaggio, professore di Estetica, Dip. di Architettura e Studi Urbani, Politecnico di Milano.
 
Antonio Zollino, ricercatore, Facoltà di Scienze della Formazione, Dipartimento di Italianistica e Comparatistica, Università Cattolica di Milano.
Sono già oltre 300 i firmatari: la petizione è online al seguente link: change.org
Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.