Spezia, adesso avanti col Genoa

Spezia-Pro Patria-4-2dts

 

SPEZIA (4-3-3): Leali 6; Madonna 6, Lisuzzo 6.5, Ceccarelli 6,5, Migliore 6; Lollo 6 (55’ Ferrari 6), Sammarco 5,5 (76’ Moretti 6,5), Bovo 6; Sansovini 6,5, Ebagua 6, Rivas 5,5 (55’ Ciurria 7). (Vozar, Russo, Ashong, Magnusson, Ceccaroni, Albaraccin). All.: Cagni.

 

PRO PATRIA (4-5-1): Messina 6,5; Andreoni 5,5, Nossa 6, Polverini 6, Mignanelli 6; Giannone 6 (65’ Gabbianelli 5,5), Bruccini 6, Calzi 6 (95’ Ghidoli 5,5), Tonon 6, Siega 6 (110’ Giorno sv); Serafini 7. (Feola, De Biasi, Taino, Vernocchi). All.: Colombo.

 

 

ARBITRO: Manganiello di Pinerolo 5,5.

 

MARCATORI: 51’ Serafini (PP); 53’ Serafini (PP); 56’ Lisuzzo (S); 79’ Ceccarelli (S); 104’ Sansovini (S) su rig.; 117’ Ebagua (S).

 

NOTE: Spettatori 3500 circa di cui 3312 paganti. Terreno sintetico in perfette condizioni. Serata calda. Ammoniti: Sansovini, Moretti, Nossa, Bruccini, Serafini. Angoli: 8 a 1. Recupero: 1’; 5’; 1’; 1’.

 

Alla fine, come da pronostico vince lo Spezia, ma quanta fatica e paura quando la Pro Patria vinceva per due reti a zero e che “eurogol” di Serafini, vecchia conoscenza dei campi di serie B.

Mister Stroppa esordisce ufficialmente al “Picco” e lo fa in maniera rocambolesca nel turno di coppa Italia ovvero Tim cup, che porterà gli aquilotti a incontrare il Genoa sempre al “Picco” fra una settimana esatta.

Pro Patria che gioca a memoria, il contrario dello Spezia, quasi tutto nuovo e con difficoltà ad impostare azioni visto che i lombardi badano più a difendersi che a cercare la via del gol. Quando poi nella ripresa Serafini si ricorda i suoi trascorsi, allora ecco che tra il 51’ e 53’ due prodezze mettono temporaneamente lo Spezia alle corde: prima una rovesciata in area e poi un tiro da fuori mettono out il portierino nazionale Leali. A questo punto la prova di carattere che ogni tifoso vorrebbe vedere nella propria squadra: Lisuzzo al 56’ su un corner calciato da Sansovini e poi nuovamente un difensore, questa volta Ceccarelli al 79’ sempre su angolo del capitano rimettono tutto in parità per andare ai supplementari. Qui i padroni di casa, grazie anche ai neo entrati Moretti, Ferrari e il giovanissimo Ciurria riescono a prevalere sui lombardi, che tutto sommato un pensierino di poter superare il turno ad un certo punto lo avevano fatto. Un rigore trasformato da capitan Sansovini al 104’ e una rete di Ebagua a pochi minuti dal termine tolgono ogni possibile dubbio che sabato prossimo sarà Spezia-Genoa il prossimo turno della coppa Italia.

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.